Il blog che promuove la filosofia del portare i neonati e i bambini come piccoli marsupiali.....e...molto altro...


Sul blog di mamma canguro potete lasciare i vostri commenti e suggerimenti...anzi siete invitati a farlo. Il vostro contributo può essere d'aiuto ad altri e sicuramente aiuta a sviluppare il confronto tra genitori su temi che riguardano i nostri figli ma anche noi stessi!! Buona lettura!!



Nel momento in cui uno si impegna a fondo, anche la provvidenza allora si muove .
Infinite cose accadono per aiutarla,
cose che altrimenti non sarebbero mai avvenute....
Qualunque cosa tu possa fare o sognare di poter fare, cominciala.
L'audacia ha in sè genio, potere e magia.
Cominciala adesso.

W. Goethe


Chi lavora con le sue mani è un lavoratore.
Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano.
Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un'artista.

San Francesco d'Assisi

domenica 24 ottobre 2010

MEI TAI: istruzioni per cucire un mei tai fai da te.

Il mei tai di papà
PREMESSA:

Si tratta di un modello base al quale è possibile apportare varianti, migliorie, modifiche. Questo è il modello al quale sono approdata dopo diverse sperimentazioni, test e utilizzi. E’ quello con il quale, personalmente, mi trovo meglio.

Potete modificare la lunghezza delle fasce in base alla vostra corporatura e a quella di chi porterà il bambino, allungando o riducendo la misura. Per il pannello, vi consiglio di mantenere la larghezza della seduta di almeno 40 cm, per garantire al bambino una corretta postura una volta seduto.


OCCORRENTE:

  • stoffa 2 mt per 150 cm
  • cartamodello (facoltativo, ma vi consiglio di perdere un po’ di tempo per farlo: vi rimarrà come traccia per realizzarne di diversi)
  •  macchina da cucire
TIPO DI STOFFA:

Io consiglio, almeno per le fasce e un pannello, un cotone pesante piuttosto resistente. Potete comunque sbizzarrivi e usare, soprattutto per un verso del pannello , velluto, jeans, seta, pile, tessuto giacca a vento, etc, etc (per vedere qualche esempio clicca qui)


PROCEDIMENTO

1. TAGLIO (nota bene: non sono da considerare centimetri in più per le cuciture. Sono già contemplati nel carta modello)

  •  2 pannelli centrali (le misure indicate in foto prevedono già qualche centimetro in più per le cuciture). I pannelli finiti saranno larghi  al centro 40 cm e la lunghezza totale sarà di cm 63.
  • 1 fascia centrale larga 30 cm e lunga 180 cm (una volta ripiegata in due ottengo la fascia finita del disegno 14 cm per 180 cm)
  • 2 fasce laterali larghe 30 cm e lunghe 190 cm (una volta ripiegata in due ottengo la fascia finita del disegno 14 cm per 180 cm). Le fasce possono anche esser più corte a secondo della corporatura. Io le uso lunghe 170 cm e sono alta 1,63, tg 42/44.

Mei tai: il pannello centrale

Mei tai: le fasce


2. PIEGO la fascia centrale dritto contro dritto e CUCIO lasciando un’apertura centrale che mi servirà per rivoltare la fascia sul lato diritto. (le cuciture lungo il tratto tratteggiato rosso)


3. PIEGO le fasce laterali in due dritto contro dritto e CUCIO lasciando un’estremità aperta



4. RIVOLTO le fasce sul lato dritto della stoffa e IMPUNTURO lungo i bordi (cucitura lungo i bordi della fascia)


5. Appoggio i due pannelli uno contro l’altro DRITTO CONTRO DRITTO e CUCIO lungo la linea tratteggiata rossa, lasciando l’estremità inferiore aperta




6. Risvolto il pannello e impunturo lungo i bordi

7. INSERISCO le fasce laterali nell’invito almeno per 10 centimetri. Fermo con degli spilli, risvoltando i bordi della stoffa del pannello all’interno. CUCIO con PUNTO TRIPLO (cucitura di rinforzo) come indicato in figura disegnando una x.

8. INSERISCO la fascia centrale, punto con degli spilli, risvoltando il lembo inferiore della stoffa all’interno. CUCIO lungo la linea tratteggiata rossa.

MEI TAI FINITO!!!!!!!!!!

Le varianti sono molteplici: fasce imbottite, pannello imbottito, poggiatesta, reggitesta, pannello più piccolo, pannello rettangolare, pannello quadrato, fasce più strette, fasce più larghe………..buon divertimento!

Per vedere e realizzare differenti tipi di mei tai guarda la galleria fotografica di mamma canguro su Jimdo o su Flickr.

Di seguito, puoi trovare diverse indicazioni  su come realizzare un mei tai (diversi modelli)

- Jan Andrea
- Scandi Mei tai
- Beth's Mei Tai
- Emma's Mei Tai
- e questo è il mio preferito Still learning Life

Per chi invece preferisce comprarlo già fatto, nella sezione Le mie creazioni potete trovare i mei tai che artigianalemente e occasionalmente realizzo io.

Per vedere e imparare le varie posizioni con cui si può portare, collegati al canale Youtube di Mammacanguro oppure se ne avete la possibilità partecipare ad un corso accompagnati da un'Istruttrice Portare i Piccoli oppure farvi aiutare da una mamma più esperta

Ps: se realizzate il mei tai con questo modello, se vi fa piacere, mandatemi le vostre foto, le testimonianze sull'utilizzo, eventuali accorgimenti e consigli! Grazie

13 commenti:

  1. Grazie Mammacanguro per il link al mio blog! Comunque anch'io ho realizzato un tutorial per cucire un mei tai... uguale a quello che vendo ;-) L'ho pubblicato nel blog! Viva la condivisione del sapere e il fai-da-te! Tiz

    RispondiElimina
  2. Wowowow
    Non ho parole.
    Ho passato l'intera giornata leggendo i tuoi articoli e guardando i tuoi video. Tantissimi complimenti per tutto il tuo lavoro e la tua dedicazione ed anche perche vuoi condividere con noi tutte queste cose meravigliose che sai!
    Ho imparato TANTISSIMO dal tuo blog ed hai aperto una finestra enorme nella mia mente, te ne sono tanto grata.
    Ottimi consigli, ottimo modo di vivere, di vedere le cose, veramente... Ottimo!!
    Grazie mille!!!!!!!!!!!!!!!!1

    RispondiElimina
  3. fantastico tutorial, stavo giusto pensando di rifare il mio mt per allargarlo un pochino e quasi quasi provo. Se riesco ti mando volentieri un'immagine!

    RispondiElimina
  4. ho appena realizzato il mio primo mei tai per caterina con le tue istruzioni.. sono proprio orgogliosa, a lei piace un sacco, si fa di quelle dormite.. la rilassa proprio, più della fascia lunga.. questione di gusti ;-))
    grazie per il lavoro che fai e complimenti per il blog!

    RispondiElimina
  5. Ciao grazie mille per le istruzioni, sono semplici e il risultato è davvero bello!!! Aspetto il terzo figlio e ieri ho finito di cucire il mio primo mei tai! Mi è sorto un dubbio però, le fasce superiori vanno messe ad una angolazione specifica? io ho fatto ad occhio un angolo inferiore ai 45° ho forse sbagliato? ciao e grazie

    RispondiElimina
  6. Va benissimo. L'angolazione è abbastanza approsimativa. Alcuni mei tai hanno le fasce che escono perpendicolari rispetto al pannello altre parallele...per cui la via di mezzo va sempre bene!

    RispondiElimina
  7. Ciao!!!Avrei bisogno di capire come posizionare il poggiatesta e com'è fatto, gentilmente! Grazie mille!!!

    RispondiElimina
  8. buongiorno,
    complimenti per il bellissimo blog!
    volevo chiedere, ho una bimba di poco più di un anno, leggevo online che il mei tai si può usare fino circa ai 3 anni o 15 kg di peso, è vero? perchè stavo valutando se abbandonare l'idea del passeggino leggero e rivolgermi verso questa soluzione.
    Grazie
    Elisa

    RispondiElimina
  9. ciao che bello questo tutorial!
    diventerò mamma a novembre e volevo provare a farmene uno da sola seguendo queste spiegazioni.
    volevo chiederti, mia nonna mi ha regalato almeno 30 anni fa - la classica dote - un pezzo di stoffa (credo per fare lenzuola) di lino un po' grezzo. potrebbe andare bene per realizzare il mei tai? o pensi possa essere troppo rigido?

    RispondiElimina
  10. per un neonato credo sia un pò troppo rigido :-((

    RispondiElimina
  11. Ciao. Io ho un bimbo di 18 mesi che pesa 13 kg ed é abbastanza alto (veste 2 anni). Il pannello lo faccio comunque di 63 cm o più lungo? Grazie

    RispondiElimina
  12. ciao, ho un dubbio come faccio a sapere che la stoffa che sto usando reggerà bene? anzi come stabilisco quanti chili "regge" una certa stoffa? grazie

    RispondiElimina
  13. Io ho una fascia 4,60 x 0,70 secondo voi posso realizzarne uno ?

    RispondiElimina