Il blog che promuove la filosofia del portare i neonati e i bambini come piccoli marsupiali.....e...molto altro...


Sul blog di mamma canguro potete lasciare i vostri commenti e suggerimenti...anzi siete invitati a farlo. Il vostro contributo può essere d'aiuto ad altri e sicuramente aiuta a sviluppare il confronto tra genitori su temi che riguardano i nostri figli ma anche noi stessi!! Buona lettura!!



Nel momento in cui uno si impegna a fondo, anche la provvidenza allora si muove .
Infinite cose accadono per aiutarla,
cose che altrimenti non sarebbero mai avvenute....
Qualunque cosa tu possa fare o sognare di poter fare, cominciala.
L'audacia ha in sè genio, potere e magia.
Cominciala adesso.

W. Goethe


Chi lavora con le sue mani è un lavoratore.
Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano.
Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un'artista.

San Francesco d'Assisi

venerdì 31 gennaio 2014

Mantelle multisuo: gravidanza, portare i piccoli e....per tutti i giorni

 Le mantelle in lana cotta si prestano a molti usi e si possono indossare in molti modi. 

La cintura può diventare all'occorrenza una sciarpa in coordinato. 
ottime in gravidanza e per portare i bimbi chiudendole con uno splillone












giovedì 30 gennaio 2014

Formazione on line: incontro Nati per essere portati giovedi 13 febbraio ore 15.00

Ecco, dopo le consulenze individuali on line,  

gli incontri informativi Nati per essere portati
dedicati al portare i bimbi in fascia saranno fruibili on line

 questo per dare la possibilità a tutti coloro che non possono partecipare fisicamente a questi incontri informativi di potersi informare e farsi un'idea di cosa significhi portare e orientarsi nella scelta dei supporti in base alle proprie esigenze.


Durante gli incontri virtuali vi sarà

  • una presentazione del significato del portare in termini di relazione
  • il portare e la fisiologia del neonato: rispetto dell'anatomia, sviluppo delle anche e della colonna vertebrale
  • Portare come percorso. Le posizioni: come cambia il portare rispetto all'età dei bambini
  • Presentazione dei differenti supporti: fascia lunga, fascia elastica, mei tai, fascia ad anelli. Caratteristiche e requisiti dei supporti 
  • dimostrazione pratica di una posizione per supporto
Uno spazio verrà lasciato alle domande dei partecipanti.

Per partecipare agli incontri gratuiti è necessario iscriversi via mail a s.mammacanguro@gmail.com. I posti sono limitati.
L'iscrizione permette di ricevere le informazioni circa le modalità di fruizione dell'incontro virtuale gratuito.

Il prossimo incontro sarà giovedi 13 febbraio alle ore 15.00

per partecipare manda una mail a s.mammacanguro@gmail.com indicando in oggetto 

Formazione on line

indicando i tuoi dati, residenza, età bimbi o dpp e se già porti. :-))


Cosa regalare ad una futura o neo mamma? Lista nascita e buoni regalo Nati per Essere Portati


  • Se sei una mamma in attesa e parenti ed amici ti chiedono insistentemente "cosa ti serve?", "Cosa vorresti"!?!?

puoi essere tu a creare la tua lista nascita scegliendo tra fra le creazioni possibili  e anche scegliendo di farti regalare un corso di massaggio o un corso per imparare a portare i piccoli

Una volta creata la lista nascita, saremo noi a girarla ad amici e  parenti e ognuno potrà contribuire secondo i propri desideri.

Cosi sarai sicura di ricevere dei prodotti artigianali, utili, curati e personalizzati!

Per maggiori info mail a natiperessereportati@gmail.com oppure s.mammacanguro@gmail.com




  • Hai un'amica, una parente che aspetta un bimbo? Siete un gruppo di colleghi?
Non sapete cosa regalarle e vorreste evitare la solita tutina?
Ecco allora la possibilità di creare dei buoni regalo personalizzati come ad esempio

- mei tai + cuscino allattamento
- mei tai + corso per imparare a portare

Sul sito natiperessereportati.it a breve sarà disponibile e scaricabile il catalogo.
Per info mail a natiperessereportati@gmail.com o s.mammacanguro@gmail.com


martedì 28 gennaio 2014

Nati per essere portati: incontro informativo in sede 18 febbraio ore 17.00


per chi invece non ha la possibilità di partecipare dal vivo (cosa che consiglio :-)) ecco gli incontri virtuali 


Upcycling: come ti trasformo la fascia!!

Avevo già parlato in questo post della possibilità di trasformare le fasce lunghe rigide inutilizzate riconvertendole in mei tai (wraptai) o in fascia ad anelli e quando la lunghezza lo consente in entrambi i supporti!

Ecco un altro esempio ricavato da due fasce lunghe Didymos:

dalla standard grey, grazie ad operazione di assemblaggio e riciclo, abbiamo ricavato una fascia ad anelli e un mei tai e da una Olaf due fasce ad anelli!








L'idea di convertire e dare nuova vita ad oggetti, tessuti, capi di vestiario è ormai sempre più diffusa.

Nel tessile questa pratica è quanto mai virtuosa essendo una delle industrie che spreca più materie prime, risorse e che inquina parecchio!!!

Qui alcune idee qui altre, ma basta digitare Upcycling e vi si aprirà un mondo!

e per gli appassionati di cucito un libro davvero divertente


Buon riciclo!!

Ps: chi mi volesse mandare la propria fascia lunga rigida per un "upcycling":-))) basta inviare mail a s.mammacanguro@gmail.com

Alcune di queste fasce vengono riciclate con gli avanzi di fasce a loro volta convertite e vengono utilizzate per la fascioteca o ancora per progetti all'interno dei nidi, delle scuole materne o in situazioni disagiate.

Questo è possibile grazie a tutte quelle mamme che credono nelle'attività dell'associazione e donano quello che resta della loro fascia :-)) Grazie mamme che contribuite a diffondere questa pratica!



lunedì 27 gennaio 2014

Mei tai portare dietro sulla schiena. NUove date 11 e 18 febbraio

MEI TAI

Il percorso è dedicato a genitori con bimbi da quattro a dodici  mesi in piccoli gruppi (fino ad un massimo di 5 partecipanti)
Durante il percorso, che prevede due incontri della durata di 1h30 l'uno, si impareranno le tecniche per portare dietro sulla schiena e le differenti modalità di carico.
I genitori verranno seguiti e verrà dato loro supporto tecnico per acquisire sicurezza nel caricare i bimbi: rispetto della fisiologia del bambino e posizioni corrette. 
Verranno fugati i dubbi più comuni: quanto portare? come vestirsi? Lo vizierò tenendolo a stretto contatto? L'intento del corso non vuole essere solo quello di trasmettere una tecnica, ma piuttosto condividere il portare come prezioso strumento di relazione genitori-figli.
Gli incontri sono anche un momento di condivisione tra genitori.



DESTINATARI: genitori con bimbi da 4 A 12 MESI (propedeutico aver partecipato al primo modulo: portare davanti o aver portato i propri bimbi pancia a pancia)

DOVE:
presso la sede dell'Associazione Mamma Canguro  in Via San Giorgio 1 ad Albano
Sant'Alessandro BG. 

QUANDO
martedi 11 e 18 febbraio

ore 10.00-11.30

Il corso partirà al raggiungimento di 3 iscritti.
Costo eur 45. 
I percorsi sono condotti da Serena Pirovano, Istruttrice Portare i Piccoli
Non è necessario avere il proprio supporto. I mei tai verranno messi a disposizione per l'intera durata del corso dall'Associazione Mamma Canguro.

Per info e iscrizioni s.mammacanguro@gmail.com ,  Serena cell  392 1833899

domenica 26 gennaio 2014

Parto difficile, separazione...Portare per recuperare...la testimonianza di una mamma...

Ciao, mi chiamo Cristina. Ho trovato il tuo blog mentre cercavo idee per un mei tai. E' molto bello e anche i mei tai che fai sono stupendi! 

La mia storia di "portatrice" (ancora brevissima) è questa. Ho scoperto di essere incinta quasi un anno fa e ho iniziato a cercare sul web info sui pannolini lavabili.

Sono attenta all'ambiente e, cosa non da poco, sono senza lavoro e il mio compagno lavora pochi mesi all'anno. Cercando, mi si è aperto un mondo, fra cui quello del portare i piccoli, quello del co-sleeping e tutto quello che riguarda una genitorialità più naturale. Ha subito trovato il mio entusiasmo, tanto che ho deciso di aprire un blog nel quale documentare i miei passi in questo mondo. 

www.kikiecomamma.blogspot.com 
Siccome sono sempre stata "quella a cui piace complicarsi la vita" mi sono fatta, poco prima di partorire, una fascia lunga elastica con uno scampolo di jersey e ho fatto un paio di prove mettendoci la gatta... che sembrava abbastanza contenta! :)  Non l'ho trovata così complicata come sembrava.

Questa scelta è stata una delle migliori che abbia fatto perchè Leonida è nato il 7 Ottobre con un parto difficile e non ho potuto neanche vederlo che l'hanno trasferito subito in terapia intensiva nell'ospedale di Reggio Emilia (io sono di Modena), sotto ipotermia. 

Non ho potuto vederlo per 3 giorni, l'ho toccato e preso in braccio solo una settimana dopo ed è venuto a casa dopo 2 settimane. Abbiamo faticato a riconoscerci e abbiamo faticato anche per l'allattamento. 

La fascia è stata una delle cose che ci ha aiutato a ritrovare il contatto perduto.

Adesso Leonida sta bene, dorme nel lettone, di giorno se usciamo di casa sta nella fascia e a volte anche in casa. Non abbiamo nessuna carrozzina e sto meditando di non prendere neanche il passeggino. 

Continuo a documentarmi e siccome mi piace cucire e il fai da te in genere (ho fatto un sacco di cose per Leonida e per la casa) vorrei provare a fare un mei tai perchè fra poco la fascia elastica non lo reggerà più tanto bene e sarà meno pratica. Vedremo cosa ci riserverà il futuro!

Ho voluto portare la mia piccola testimonianza perchè nel nostro inizio difficile ho avuto la fortuna di avere tante persone vicine, soprattutto amiche già mamme, che mi hanno sostenuta e aiutata e a mia volta cerco di diffondere più che posso tutto ciò che riguarda questo modo naturale di essere genitori, in un mondo che purtroppo è ancora pieno di pregiudizi. 

Grazie per il tuo tempo, un saluto.
Visualizzazione di crieleo3.jpg
"Kiki Ecomamma è un progetto in fasce che nasce dalla mia scelta di voler essere una namma naturale, poco dopo la scoperta della mia prima gravidanza. Mi chiamo Cristina e sono mamma da pochissimo, ma "eco" da tanto e, in questo mio nuovo percorso ho voluto ampliare il più possibile le mie conoscenze relative all'ecologia e alla naturalità nel mondo della genitorialità, per poi condividerle a piccoli passi con altre mamme (e papà). Il blog spazia dai pannolini, ai saponi fatti in casa, alle mie esperienze personali proprio come un diario ed è in ampliamento con altre sezioni che riguarderanno il resto della famiglia (animali e piante e cucina), il trasporto dei bambini in fascia e tutto quello che piano piano incontrerò sulla mia strada. Un viaggio appena iniziato che spero di condividere con tanti altri "genitori naturali" come me!"

Portare i piccoli all'interno del nido. La testimonianza di un'educatrice.

Riporto la testimonianza di un'educatrice di nido, Paola, rispetto all'uso dei supporti per portare i piccoli all'interno dei nidi.

“Immagino che qui non possiate usare la fascia”, mi chiede una mamma avendo quasi timore della risposta, 

“noi la usiamo, crediamo nella relazione ad alto contatto e nel portare i piccoli”, fu la risposta accolta con un sorriso.

“Noi” siamo un nido che nasce nel cuore del centro di Bergamo, un nido che dopo diverse riflessioni a livello educativo ha deciso di utilizzare e promuovere il “portare i piccoli”.

Spesso i genitori trovano una porta chiusa alla richiesta del portare, alcuni nidi ed educatori, credono che all’interno di una struttura educativa, non si possa o non si riesca a farlo. Questa invece è la mia esperienza.

Mi chiamo Paola, sono un’educatrice di nido da sei anni. Mentre scrivo ho le mani libere perché indosso la fascia lunga e al suo interno si è addormentato un bambino di cinque mesi.

Abbiamo finito da pochi giorni il periodo di ambientamento qui al nido. Come educatrice credo che la fascia sia un ottimo strumento da utilizzare. In stanza devo dedicare la mia attenzione a diversi bambini ed essendo con i bambini piccolissimi (meno di dodici mesi), il contatto fisico è molto importante.

È fondamentale, a mio parere, che gli educatori rispondano al bisogno dei bambini di essere tenuti in braccio, di essere accolti nei momenti più carichi emotivamente della giornata come ad esempio il momento del saluto, quando i genitori affidano i loro bambini a noi e quando il bambino ha bisogno di lasciarsi andare al sonno, ma ancora non conosce bene il nuovo spazio nido.

Accogliere e soddisfare un bisogno quindi non solo da un punto di vista verbale, ma soprattutto fisico, questo perché per i bambini la comunicazione non verbale ha maggiore valenza rispetto a quella verbale.

La fascia permette così a noi educatori di accogliere questi bisogni e avere comunque le mani libere per le richieste di altri bambini. Essere educatrice non significa suddividere le proprie attenzioni verso i diversi bambini, ma cercare di rispondere nel modo più efficace a ciascuna.

Portare, attraverso diversi strumenti come il mei tai, la fascia lunga, la fascia ad anelli, permette di far nascere una relazione con il bambino che con il tempo si trasformerà in un rapporto di fiducia. 

Per un bambino l’esperienza nido è un passaggio carico di emozioni ed essere a “con-tatto” con la persona che si prende cura di te, non solo aiuta il piccolo a sentirsi accolto, ma permette all’educatore di osservare ed essere tempestivo alle richieste fatte.

Inoltre spesso i bambini che arrivano al nido hanno già potuto sperimentare, questo tipo di relazione ad alto contatto, con i loro genitori e continuare l’esperienza del “portare” li rassicura ancora di più.

Sarà poi compito della figura di riferimento trovare una modalità per accompagnare il bambino a costruire una maggiore autonomia, che non vuol dire rinunciare al portare, ma trovare una mediazione, un passaggio verso il “poter camminare sorretti dalle proprie gambe”.

Come portiamo, come siamo portati, condiziona la percezione del nostro corpo, essere accolti in un caldo abbraccio rassicura e aiuta ad affrontare le proprie fatiche. Il con-tatto fisico accompagna il bambino all’interno del grembo materno, è la prima forma di relazione che conosce, la prima che gli permettere di essere attore attivo nello scambio relazionale.

Si può, si può utilizzare la fascia in un nido, è un importante strumento che l’educatore può utilizzare aiutando il bambino a riconoscere le proprie competenze e abilità.

“Un bambino ascoltato, è un bambino che in futuro saprà ridare questa esperienza agli altri, rimettendo in circolo l’amore che gli è stato donato”.  



Paola, nido Valsecchi di Bergamo.

giovedì 23 gennaio 2014

Incontro informativo Nati per essere portati on line giovedi 30 gennaio ore 17.30

Ecco, dopo le consulenze individuali on line,  una delle novità del 2014:

gli incontri informativi Nati per essere portati
dedicati al portare i bimbi in fascia saranno fruibili on line

 questo per dare la possibilità a tutti coloro che non possono partecipare fisicamente a questi incontri informativi di potersi informare e farsi un'idea di cosa significhi portare e orientarsi nella scelta dei supporti in base alle proprie esigenze.


Durante gli incontri virtuali vi sarà

  • una presentazione del significato del portare in termini di relazione
  • il portare e la fisiologia del neonato: rispetto dell'anatomia, sviluppo delle anche e della colonna vertebrale
  • Portare come percorso. Le posizioni: come cambia il portare rispetto all'età dei bambini
  • Presentazione dei differenti supporti: fascia lunga, fascia elastica, mei tai, fascia ad anelli. Caratteristiche e requisiti dei supporti 
  • dimostrazione pratica di una posizione per supporto
Uno spazio verrà lasciato alle domande dei partecipanti.

Per partecipare agli incontri gratuiti è necessario iscriversi via mail a s.mammacanguro@gmail.com. I posti sono limitati.
L'iscrizione permette di ricevere le informazioni circa le modalità di fruizione dell'incontro virtuale gratuito.

Il prossimo incontro sarà giovedi 30 gennaio alle ore 17.30

per partecipare manda una mail a s.mammacanguro@gmail.com indicando in oggetto 

Formazione on line

indicando i tuoi dati, residenza, età bimbi o dpp e se già porti. :-))














giovedì 16 gennaio 2014

Non usi più la tua fascia lunga? Noi la trasformiamo in un mei tai o in una fascia ad anelli


Hai una fascia lunga che non usi più? Non ti sei trovato bene con questo tipo di supporto e ora giace nell'armadio?
Noi te lo possiamo riconvertire in:

Fascia ad anelli

ecco qui un esempio di una fascia ad anelli ricavata da una lunga inutilizzata




Oppure in un mei tai



sulla destra mei tai wrap conversion: ricavato appunto utilizzando una fascia lunga rigida


In questo modo potrai sfruttare l'acquisto che hai fatto e beneficiare del confort e delle caratteristiche del tessuto con cui sono fatte le fasce lunghe

Per info s.mammacanguro@gmail.com



mercoledì 15 gennaio 2014

Incontri informativi Nati per essere portati on line

Ecco, dopo le consulenze individuali on line,  una delle novità del 2014:

gli incontri informativi Nati per essere portati
dedicati al portare i bimbi in fascia saranno fruibili on line

 questo per dare la possibilità a tutti coloro che non possono partecipare fisicamente a questi incontri informativi di potersi informare e farsi un'idea di cosa significhi portare e orientarsi nella scelta dei supporti in base alle proprie esigenze.


Durante gli incontri virtuali vi sarà

  • una presentazione del significato del portare in termini di relazione
  • il portare e la fisiologia del neonato: rispetto dell'anatomia, sviluppo delle anche e della colonna vertebrale
  • Portare come percorso. Le posizioni: come cambia il portare rispetto all'età dei bambini
  • Presentazione dei differenti supporti: fascia lunga, fascia elastica, mei tai, fascia ad anelli. Caratteristiche e requisiti dei supporti 
  • dimostrazione pratica di una posizione per supporto
Uno spazio verrà lasciato alle domande dei partecipanti.

Per partecipare agli incontri gratuiti è necessario iscriversi via mail a s.mammacanguro@gmail.com. I posti sono limitati.
L'iscrizione permette di ricevere le informazioni circa le modalità di fruizione dell'incontro virtuale gratuito.

Il primo incontro sarà giovedi 23 gennaio alle ore 14.30

per partecipare manda una mail a s.mammacanguro@gmail.com indicando in oggetto 
Formazione on line

Portare i piccoli: consulenze individuali on line

Vista la crescente richiesta da parte vostra ho deciso di far partire questo nuovo progetto di
consulenza on line per imparare a portare i piccoli.

Ovviamente, nel momento in cui si decide di portare i propri bimbi, non è sempre necessario rivolgersi ad un'istruttrice o consulente. Ci sono mamme che sono autodidatte e che portano alla grande senza aver seguito alcuna formazione o corso.

L'intento delle consulenza è quello di aiutare chi invece non si sente cosi sicuro, chi ha dei dubbi rispetto alle posizioni e cerca dei riferimenti.

La cosa migliore, per chi appunto desidera un aiuto, è quella di rivolgersi ad un'istruttrice sul proprio territorio. Siccome questo non è sempre possibile, l'Associazione Mamma Canguro ha deciso di metter a disposizione questo servizio grazie all'esperienza di Serena Pirovano, Istruttrice certificata Portare i Piccoli.

Per accedere alla consulenze è sufficiente aver un buon collegamento internet, una webcam o telecamera incorporata nel pc.

La bellezza di poter sfruttare i mezzi tecnologici, permette di concordare le consulenze direttamente con gli interessati negli orari e giorni più congeniali.

Per i costi e le modalità scrivere una mail a Serena a  s.mammacanguro@gmail.com

A breve partiranno anche degli incontri informativi gratuiti periodici dedicati al portare e alle varie tipologie di supporti fruibili on line dalla propria postazione.

martedì 7 gennaio 2014

Leggere per crescere: il giovedi del libro



Quando nel 2009 è nato il blog di Mamma Canguro, questa è la descrizione a cui avevo pensato per descriverlo:

E' nato il blog di mamma canguro. E' dedicato a tutte le mamme, alle future mamme e ai papà.
Il suo intento è quello di semplificare la vita alle neomamme attraverso la condivisione di esperienze e lo scambio di consigli. In particolare si propone di promuovere la filosofia del portare i piccoli, l' allattamento esclusivo, lo svezzamento naturale, l'utilizzo di pannolini ecologici-lavabili, il massaggio infantile e tutto ciò che è collegato alla nascita di un bimbo, visto però con spirito critico.
Solo attraverso l'informazione è possibile scegliere consapevolmente. La speranza è quella di contribuire alla diffusione di un certo tipo di accudimento e "stile di maternage" rispettoso dei bisogni dei bambini e improntato all'ascolto attivo e all'amore incondizionato.


Ripropongo questa descrizione per presentare un nuovo percorso: 

un gruppo di lettura intorno ai temi della genitorialità e dell'educazione, il cui intento è quello di condividere, confrontarsi e supportarsi a vicenda attraverso il commento di alcuni passi dei libri proposti. 


Quando nasce un figlio, nascono dei genitori....e anche loro hanno bisogno di nutrirsi, crescere, mettersi in discussione, prendere consapevolezza dei propri confini e limiti...in sostanza di crescere.
E allora perchè non farlo insieme attraverso anche il confronto e alcuni spunti offerti della lettura dei libri proposti.





Il gruppo di lettura non è riservato ai soli genitori, ma aperto a chiunque. Si accettano iscrizioni fino al 20 gennaio 2014 in modo poi da poter organizzare il gruppo al meglio.