Il blog che promuove la filosofia del portare i neonati e i bambini come piccoli marsupiali.....e...molto altro...


Sul blog di mamma canguro potete lasciare i vostri commenti e suggerimenti...anzi siete invitati a farlo. Il vostro contributo può essere d'aiuto ad altri e sicuramente aiuta a sviluppare il confronto tra genitori su temi che riguardano i nostri figli ma anche noi stessi!! Buona lettura!!



Nel momento in cui uno si impegna a fondo, anche la provvidenza allora si muove .
Infinite cose accadono per aiutarla,
cose che altrimenti non sarebbero mai avvenute....
Qualunque cosa tu possa fare o sognare di poter fare, cominciala.
L'audacia ha in sè genio, potere e magia.
Cominciala adesso.

W. Goethe


Chi lavora con le sue mani è un lavoratore.
Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano.
Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un'artista.

San Francesco d'Assisi

lunedì 3 novembre 2014

Giornata mondiale neonato prematuro

Ogni anno, solo in Italia, nascono circa 40mila neonati pretermine (prima della 37^ settimana di gravidanza. Si tratta di un fenomeno in crescita, anche se è migliorata notevolmente la loro sopravvivenza grazie ai progressi dell’assistenza neonatale. 
L’allarme arriva dalla Società Italiana di Neonatologia (SIN) in occasione della Giornata Mondiale del Neonato Prematuro, che si svolgerà il 17 novembre.
I parti prematuri sono in aumento e le cause sono diverse: oltre ai problemi di gestazione (ipertensione, diabete, infezioni), l’età della gestante (spesso sopra i 38 anni), le tecniche per migliorare la fertilità e la fecondazione assistita. Infine sono sempre più in gioco anche gli stili di vita non idonei come alcolismo, tabagismo, uso di droghe.
Tutti fattori che oltre a mettere in gioco la vita del nascituro fanno lievitare i costi sanitari. “Per ogni prematuro nato prima delle 28 settimane – racconta Costantino Romagnoli, Presidente della SIN, i costi oscillano tra i 100 e i 300 mila euro a seconda della patologia, cui vanno poi aggiunti quelli per le complicanze a distanza”.
Infine bisogna fare i conti con il dolore che provano i neonati. Tanto minore è, infatti, la loro età gestazionale tanto maggiore è la loro percezione del dolore. Non solo: le frequenti esperienze dolorose che il neonato prematuro, sperimenta durante la sua degenza in terapia intensiva determinano reazioni simili allo stress dell’adulto e causano importanti reazioni metaboliche che possono complicare le patologie in atto, ma soprattutto modificare la capacità di sentire il dolore e reagire allo stress per il resto della sua vita.
In questo contesto, il portare pelle a pelle, la Kangaroo Mother Care, ha notevoli effetti benefici, oltre che sui i neonati nati a termine, anche sui prematuri. Gli studi che dimostrano come grazie al contatto con i genitori, i prematuri possano stabilizzarsi, recuperare i parametri vitali, necessitare di meno interventi invasivi, aiutare i genitori a superare il trauma e instaurare una buona relazione con il loro bambino.
Per celebrare questa giornata cosi importante e sensibilizzare al tema della prematurità e di come sia fondamentale anche in questo contesto soddisfare il bisogno di contatto e contenimento del neonato, l'Associazione Mamma Canguro, regalerà un libro della Collana Bambino Naturale, Leone Verde

Nato prima del tempo di Elena Balsamo

L'estrazione avverrà il 17 novembre tra tutti coloro che lasceranno un commento, anche solo il loro nome, sotto a questo post sulla pagina Facebook di
Nati per essere Portati


4 commenti:

  1. Ciao a tutti per me questa giornata è molto importante!! La mia Desi è nata il 6 gennaio 2013 !!!24+3 720 grammi! Forza guerrieri

    RispondiElimina
  2. Ciao a tutti per me questa giornata è molto importante!!!la mia Desi è nata il 6 gennaio 2013!!24+3 720 grammi! Forza guerrieri

    RispondiElimina
  3. Salve a tutti! ho 2 bimbi nati prematuri: Edoardo nato di 32+3, 2114 gr ed Alexandra 27+ 3, 1112 gr. Solo dopo aver avuto un parto prematuro ho scoperto questo mondo pieno di paure e di speranza, il mondo della prematurità...

    RispondiElimina
  4. Ciao, sono mamma di Anna, nata a 32+1, immensa pazienza, profonda gratitudine, tanta, tanta positività e un mondo di Amore, questo è essere genitori di bimbi prematuri.

    RispondiElimina