Il blog che promuove la filosofia del portare i neonati e i bambini come piccoli marsupiali.....e...molto altro...


Sul blog di mamma canguro potete lasciare i vostri commenti e suggerimenti...anzi siete invitati a farlo. Il vostro contributo può essere d'aiuto ad altri e sicuramente aiuta a sviluppare il confronto tra genitori su temi che riguardano i nostri figli ma anche noi stessi!! Buona lettura!!



Nel momento in cui uno si impegna a fondo, anche la provvidenza allora si muove .
Infinite cose accadono per aiutarla,
cose che altrimenti non sarebbero mai avvenute....
Qualunque cosa tu possa fare o sognare di poter fare, cominciala.
L'audacia ha in sè genio, potere e magia.
Cominciala adesso.

W. Goethe


Chi lavora con le sue mani è un lavoratore.
Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano.
Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un'artista.

San Francesco d'Assisi

lunedì 29 novembre 2010

Un anno nel web: giveaway di Mammacanguro. In palio un mei tai e bellissimi libri

E' già passato un anno da quando ha preso forma il blog di mammacanguro. Il primo post risale al 18 dicembre!!!

E' proprio il caso di festeggiare insieme a voi questo traguardo.

Ecco i premi per chi parteciperà al giveaway. Verranno estratti TRE VINCITORI.










 
Il giveaway prevede TRE  modi diversi di partecipare a seconda che facciate parte di una delle seguenti  categorie:
  • genitori che portano o che hanno portato i loro bimbi con fasce e mei tai. Quest'ultimi dovranno compilare un questionario relativo alla loro esperienza. Il questionario lo potete scaricare da qui e e rendermelo compilato via mail a serenapir@yahoo.it  oppure potete scrivere nei commenti le vostre risposte a queste domande

1. Nome , età, professione del genitore
2. Età del bimbo/a/i
3. Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli?
4. Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo?
5. Che supporto utilizzi per portare?
Fascia lunga
mei tai
fascia corta
fascia elastica
fascia tubolare (pouch sling)
6. Dove porti tuo figlio (in casa, all’aperto)? E in che circostanze (quando)?
7. Hai incontrato delle difficoltà nel portare? Se, si quali?
8. Per la tua esperienza, quali vantaggi e benefici sia pratici che relazionali, derivano dalla pratica del portare?
9. Come ti senti quando porti tuo figlio? E come credi si senta il tuo bimbo?
10. Fino a quando pensi di portare tuo figlio
11. Se hai smesso di portarlo, per quali ragioni?
12. Come, secondo te, percepiscono “gli altri” questa pratica?
13. Pensi di viziare tuo figlio portandolo?
14. Consigleresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi?
15. Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza?
16. Portare, per te, è……….

  • genitori che non hanno portato i loro bimbi. Anche per voi è previsto un questionario, che potete scaricare cliccando qui e reinviarmi via mail a serenapir@yahoo.it oppure potete scrivere nei commenti le vostre risposte a queste domande.
1 Nome , età, professione del genitore
2 età del/dei bambini
3 se non hai portato, per quali ragioni?
4 Se avessi conosciuto questo strumento, non solo pratico, ma relazionale, pensi l'avresti utilizzato con tuo figlio?
5 Pensi che portare i bambini, rispondendo ad un loro bisogno di contatto, possa avere risvolti negativi o possa viziare il bambino?
6 hai incontrato delle difficoltà nell'utlizzo del passeggino o della carozzina? se si quali (carattere pratico, di maneggevolezza, libertà di movimento)?
7 quali sono secondo te i vantaggi nell'utilizzo del passegino o carrozzina, navicella?
8 pensi si possa fare a meno del trio, del passeggiono o della carozzina?
9 quanto hai speso mediamente per passeggino, cazzorrina, navicella?
10 ti sarebbe piaciuto o ti piacerebbe partecipare a incontri informativi o corsi relativi al babywearing?

  • futuri genitori e mamme in attesa. Anche per voi è previsto un questionario, che potete scaricare cliccando qui e reinviarmi via mail a serenapir@yahoo.it oppure potete scrivere nei commenti le vostre risposte a queste domande.


    1 Nome , età, professione del genitore

    2 Data presunta parto
    3 Conosci la pratica del portare?
    4 Pensi di portare tuo figlio?
    5 Pensi che portare i bambini, rispondendo ad un loro bisogno di contatto, possa avere risvolti negativi o possa viziare il bambino?
    6 Intendi acquistare passeggino, carozzina, navicella, o pensi se ne possa fare a meno? Quanto pensi di spendere?
    7 Conosci altri genitori che portano i loro figli?
    8 Ti è mai capitato di vedere per strada genitori che portano con fasce o mei tai?
    9 Pensi che portare tuo figlio potrebbe aiutarti ad instaurare una bauna relazione?
    10 Credi che portare possa avere vantaggi anche da un punto di vista pratico?
    11 ti piacerebbe partecipare a incontri informativi o corsi relativi al babywearing?

    Il giveaway richiede un pò di impegno e di tempo per compilare il questionario, ma vorrete pur guadagnarveli questi bellissimi premi?!

Il termine per partecipare è il 18 dicembre. L'estrazione avverrà domenica 19 dicembre.
Grazie a tutti per questo bellissimo anno condiviso!

49 commenti:

  1. 1. Giuseppina Di Santo, 37 anni, insegnante
    2. Nicola 6 anni, Alessandro quasi 3
    3. Ho conosciuto la pratica del portare i piccoli da un'amica
    4. Nicola l'ho portato con un marsupio regalatomi alla sua nascita(ma molto scomodo)per poco tempo perchè era un maersupio molto piccolo, grosso modo dal primo al quarto mese d'età. Alessandro l'ho portato dai tre ai sette-otto mesi con una fascia regalatami da un'amica tornata dal Giappone. Se me l'avesse regalata prima l'avrei usata da subito...
    5.Ho utilizzato un marsupio ed una fascia ad anelli
    6. Ho portato i miei figli soprattutto all'aperto nelle passeggiate
    7. Ho incontrato delle difficoltà nel portare relative al peso dei miei bambini
    8. Per quanto riguarda i vantaggi e i benefici sia pratici che relazionali, derivanti dalla pratica del portare credo che essi siano molteplici sia per la mamma sia per il bambino. Innanzitutto si può tenere il proprio cucciolo sempre vicino per fargli continuare a sentire il calore ed i "suoni" della mamma come quando era in utero. Credo che sia fondamentale per un neonato stare a contatto con la mamma. Non so se sia sbagliato ma io per molti mesi ho vissuto in simbiosi con i miei figli, e poter utilizzare la fascia credo che semplifichi molto il lavoro di mamma e di casalinga (per chi non ha la fortuna di potersi permettere una colf!)
    9. Quando ho portato i miei figli mi sono sentita bene e penso lo stesso di loro visto che stavano tranquilli, si addormentavano e si guardavano curiosi intorno!
    10. Ho portato i miei figli fino a che il loro peso me lo ha permesso
    11. Ho smesso perche con i supporti che avevo il peso mi dava fastidio sulla spalla
    12. “gli altri” ti guardano un po' strano!
    13. Non penso assolutamente di viziare mio figlio portandolo
    14. Sicuramente consiglierei ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi e spero vivamente di avere un altro bambino da portare!
    15. Mi sarebbe piaciuto molto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza, ma credo che nella mia zona siamo ancora molto arretrati!
    16. Portare, per me, è una cosa bellissima! E' un ottimo modo per tenere sempre accanto a sè il proprio cucciolo!

    RispondiElimina
  2. 1.Teresa, 32 anni, casalinga
    2. ddp: 5 maggio 2011
    3. ho conosciuto la pratica del portare grazie al forum di parto naturale.
    4. con il primo figlio mi sono adeguata alla massa con un bel trio regalato dai nonni, con questo non farò lo stesso errore e sicuramente porterò mio figlio!
    5.Assolutamente non penso che portare significhi viziare ma assecondare il bisogno di contatto che hanno i bimbi.
    6. questa volta il trio resta in soffitta, già bello e impacchettato!
    7. Sfortunatamente non conosco nessuno, dove vivo io non ho mai visto nessuno portare i bimbi, sono della provincia di Napoli.
    8. Sicuramente sarà più pratico e agevole di un passeggino e poi il bimbo ne gioverà sicuramente!
    9. Penso che portare mio figlio aiuterà sia il rapporto con lui visto il contatto, sia con il mio primo figlio a cui potrò dedicare più attenzione avedno comunque le mani libere! :)
    10. sicuramente la praticità gioca molto al favore del portare... non ho ancora provato ma credo che una volta imparato a mettere la fascia il gioco è fatto e la praticità ci sarà!
    11. mi piacerebbe molto frequentare corsi, ma dubito che ce ne siano nella mia zona!

    RispondiElimina
  3. 1. Gemma, 30, mamma/casalinga/VitaminaMamma attiva
    2. Eleonora 4 1/2 e Manuela 2 1/2
    3. grazie alla mailing list "nonsoloneonati"
    4. Eleonora quasi un anno, Manuela appena nata :)
    5. soprattutto mei tai, poi fascia ad anelli
    6. ora porto solo più saltuariamente quando siamo in giro, una volta sia in casa che fuori
    7. qualche difficoltà i primi mesi con Manuela che non amava la posizione a canguro se non quando ciucciava, poi dopo i 4 mesi siamo passate alla schiena e abbiamo risolto.
    8. tantissimi! innanzi tutto è stato fondamentale nella gestione di 2 bambini, quindi comodo e utile per la mamma nella gestione quotidiana della casa e poi bellissimo il legame profondo che si crea con il bimbo, si impara a prevenirne i bisogni e a "sentire" quello che sente il neonato
    9. mi sento completa! e sento le mie bambine contenute e accolte
    10. finché non saranno completamente autonome nel camminare, finché non capiterà più che siano stanche di camminare e chiedano "mi carichi nel mei tai?"
    11. ho diminuito molto quando Manuela ha cominciato a non voler più stare addosso e a preferire di camminare o di utilizzare il passeggino
    12. dipende tantissimo, ci sono persone curiose, stupite e ammirate e ce ne sono di critiche e perplesse, nel complesso però ne ho trovare di più affascinate che contrarie
    13. no, non lo vizio, soddisfo i suoi (e i miei) bisogni
    14. assolutamente si!
    15. si, mi sarebbe piaciuto
    16. Portare, per te, è un modo fantastico per prendermi cura di mio figlio

    RispondiElimina
  4. eccomi! come potrei non condividere (già fatto anche su fb) e partecipare ad un giveaway sul portare???
    ed ecco le mie risposte da futura mamma:
    1 Nome , età, professione del genitore
    Francesca, 30, educatrice

    2 Data presunta parto
    13 aprile 2010

    3 Conosci la pratica del portare?
    Si, l'ho sperimentata direttamente con Ale, il mio primo figlio di due anni e mezzo

    4 Pensi di portare tuo figlio?
    La fascia sarà tra le prime cose che metterò nella valigia che porterò in ospedale per il parto!

    5 Pensi che portare i bambini, rispondendo ad un loro bisogno di contatto, possa avere risvolti negativi o possa viziare il bambino?
    No, trovo che non abbia senso parlare di vizi con un neonato o un bambino piccolo.
    E per fortuna tutte le persone che mi hanno "messa in guardia" le prime volte che mi hanno visto portare il mio primo figlio si sono ricredute!

    6 Intendi acquistare passeggino, carozzina, navicella, o pensi se ne possa fare a meno? Quanto pensi di spendere?
    Quando è nato il mio primo figlio mi è stato regalato un passeggino. Con l'esperienza posso dire che non è indispensabile, anzi a volte è addirittura scomodo! Da quando abbiamo scoperto la fascia il passeggino è stato usato molto raramente dai nonni quando ci venivano a trovare. L'unica cosa indispensabile è invece l'ovetto per la macchina perchè nulla (fascia, braccia, marsupio,....) può garantire la sicurezza in automobile!

    7 Conosci altri genitori che portano i loro figli?
    Sì ne ho conosciuti più che altro tramite internet

    8 Ti è mai capitato di vedere per strada genitori che portano con fasce o mei tai?
    Si, ma troppo poco spesso e ogni volta che mi capita gli sguardi complici e d'intesa sono automatici

    9 Pensi che portare tuo figlio potrebbe aiutarti ad instaurare una bauna relazione?
    Ne sono certa: il contatto è molto importante per i neonati, soprattutto i primi mesi quando ancora i loro sensi non sono completamente sviluppati e si ritrovano catapultati in un mondo sconosciuto che spesso può spaventarli.
    Il contatto li fa sentire sicuri, protetti e la posizione davanti permette anche un dolcissimo contatto visivo tra bimbo e genitore

    10 Credi che portare possa avere vantaggi anche da un punto di vista pratico?
    Li ha eccome: portare permette di avere le mani libere e di non dover affaticare braccia, spalle e schiena. Provate invece per esempio, con due mani, a dover tenere l'ombrello, la borsetta, un sacchetto della spesa e a spingere il passeggino...

    11 ti piacerebbe partecipare a incontri informativi o corsi relativi al babywearing?
    Assolutamente si. C'è sempre da imparare, è bello condividere con altri genitori le proprie esperienze e soprattutto conoscere persone che condividono la stessa "passione" e lo stesso modo di essere genitori
    francesca
    p.s. chissà che con il prossimo non mi converta al mei tai....!

    RispondiElimina
  5. 1 Silvia, 31 anni, programmatrice infomatica
    2 29 mesi
    3 portato poco con il marsupio, non sono riuscita a usare la fascia (non eri ancora nata come mamma canguro!!), ma sopratutto non avevo ancora capito l'importanza del portare
    4 Si, con il secondo figlio lo farò di sicuro
    5 Sì ora ne sono convinta
    6 bello ma pesante e poco pratico (non ci sono marciapiedi o sono stretti), dentro e fori dall'auto e poi elisa che era più contenta in braccio
    7 sicurezza in auto, per il resto non saprei.
    8 non so se riuscire a fare una scelta così drastica, vedremo quando avreo il secondo
    9 600 euro
    10 SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

    RispondiElimina
  6. 1. ELISA, 32 ANNI, EDUCATRICE
    2. LORENZO HA 7 MESI
    3. Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli? -> mi sono informata su internet
    4. Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo?-> dalla nascita
    5. Che supporto utilizzi per portare?
    la Fascia lunga
    6. Dove porti tuo figlio? -> OVUNQUE!!! SIA IN CASA CHE FUORI
    ? E in che circostanze (quando)? ->INIZIALMENTE LO PORTAVO TUTTO IL GIORNO PER TENERLO CON ME E PER VIA DELLE COLICHE. ORA LO PORTO QUANDO FACCIO I LAVORI E DOVREI LASCIARLO SOLO IN UNA STANZA MENTRE GIRO PER CASA. MA ANCHE FUORI PER FARE UNA PASSEGGIATA.
    7. Hai incontrato delle difficoltà nel portare? NO
    8. lori era piuttosto "difficile" quando è nato. dormiva pochissimo e solo vicino a me e se non dormiva paingeva. avendo anche un bimbo di 3 anni avevo bisogno di poterli "gestire" entrami e la fascia mi è stata di grandissimo aiuto. io mi sentivo ancora incinta e forse lori si sentiva ancora "nella pancia" perchè nella fascia era un angelo. dormiva sempre. era sereno e federico era contento che lori stesse sempre con noi.
    9. io avendo lori vicino sono serena, mi sento parte di lui e lui di me. e poi si sente al scuro, protetto, accudito...amato
    10. Fino a che mi regge la schiena!! (ormai è 9kg)
    11. lo porto ancora soprattutto facendo i lavori in casa.
    12. io sono presa in giro da mia suocera e guardata come un aliena dai passanti. invece IO mi sento bellissiam con la mia fascia e ne sono orgogliosa
    13. Pensi di viziare tuo figlio portandolo? ASSOLUTAMENTE NO
    14. Consigleresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi? ASSOLUTAMENTE SI
    15. Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza? MOLTISIMO!!!!!!!!!!!!! MI SONO INFORMATA DA SOLA E NON è SEMPRE STATO FACILE TROVARE INFORMAZIONI
    16. Portare, per te, è AMARE IL MIO BAMBINO, DARGLI SICUREZZA E AFFETTO. DIRGLI IN OGNI MOMENTO CHE "IO CI SONO"

    RispondiElimina
  7. non ho la pretesa di partecipare due volte, ma mi fa piacere rispondere anche da mamma quasi ex-portatrice:
    1. Nome , età, professione del genitore
    Francesca, 30, educatrice

    2. Età del bimbo/a/i
    Alessandro, 2 anni e mezzo

    3. Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli?
    Tanti anni fa, in Australia, ho conosciuto delle mamme "portatrici"e da li mi sono ripromessa che quando avrei avuto un figlio avrei provato anche io la

    fascia!

    4. Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo?
    Purtroppo non l'abbiamo portato fin da subito, ma a 2-3 mesi circa. Ci rifaremo sicuramente con il prossimo in arrivo: la fascia mi seguirà sicuramente in

    ospedale!!

    5. Che supporto utilizzi per portare?
    Fascia lunga

    6. Dove porti tuo figlio (in casa, all’aperto)? E in che circostanze (quando)?
    Ale è stato portato ovunque: in casa, per spostamenti veloci, per lunghe passeggiate in montagna, in vacanza (niente passeggino!), per farlo addormentare,

    per coccolarci...

    7. Hai incontrato delle difficoltà nel portare? Se, si quali?
    Le prime volte che ho provato a metterlo sulla schiena da sola ero un pò timorosa e ricordo che mi mettevo sempre davanti ad un grosso specchio o sopra ad un

    letto o divano per controllare che non cadesse. Ovviamente non è mai successo, ma anche l'imparare a sentirsi sicuri, a "sentirlo" fa parte del percorso del

    portare!

    8. Per la tua esperienza, quali vantaggi e benefici sia pratici che relazionali, derivano dalla pratica del portare?
    Oltre ai vantaggi per chi porta (avere le mani libere, non dover sopportare il peso affaticando schiena e braccia) ci sono moltissimi vantaggi anche per il bimbo: si addormenta con facilità ascoltando il battito del cuore del genitore, ha meno problemi di coliche e rigurgiti, ma soprattutto può partecipare attivamente alla vita quotidiana, "all'altezza" di tutti

    9. Come ti senti quando porti tuo figlio? E come credi si senta il tuo bimbo?
    Mi sento bene, mi sento mamma, mi sento appagata, mi sento tranquilla, mi sento libera.
    In quanto a lui credo si senta sicuro, protetto, avvolto, coccolato, amato, "all'altezza".

    10. Fino a quando pensi di portare tuo figlio
    Siamo arrivati ai due anni e mezzo con un bimbo che ormai cammina sempre da solo (e vi assicuro che spesso mi stanco prima io di lui...!), ma capita ancora qualche passaggio sulla schiena o sull'anca. Un vantaggio che riscontrano molti "portatori" infatti è proprio che i bambini camminino da soli prima di quelli abituati al passeggino. Ecco, è un vantaggio....ma quando corre dappertutto e bisogna corrergli dietro... ;P

    11. Se hai smesso di portarlo, per quali ragioni?
    Perchè, giustamente,, ha voglia di camminare da solo, e arrivati a due anni e mezzo è giusto così!!

    12. Come, secondo te, percepiscono “gli altri” questa pratica?
    Toglierei il secondo me, visto che la maggior parte delle persone non si fa problemi a commentare il portare. Di sicuro c'è molto stupore e anche tenerezza, ma trovo che molte, troppe persone non lo reputino una "buona pratica". Purtroppo i pregiudizi sono tanti!

    13. Pensi di viziare tuo figlio portandolo?
    Assolutamente no, non credo si possa parlare di viziare un neonato e quando si tratta di bimbi più grandi...bè, credo basti osservare attentamente il comportamento della maggior parte dei bambini portati per capire che non siano viziati!

    14. Consigleresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi?
    Lo faccio con ogni futura mamma, non solo consigliandole di usare la fascia, ma quando mi è possibile regalandogliene una!

    15. Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza?
    Direi di sì visto che lo sto facendo: sono in attesa del secondo bimbo!

    16. Portare, per te, è abbracciare, ascoltare (bisogni, ritmi ed emozioni)e accompagnare (nel percorso di crescita e di conoscenza del mondo)

    RispondiElimina
  8. Grazie a te per questo preziosissimo blog! Ho scaricato i questionari, il primo e il terzo anch'io ;-), compilo e spedisco! E buon blogcompleanno!

    RispondiElimina
  9. 1. corina, 31, educatrice di nido e insegnante di ginnastica!
    2. diamante mari 4 anni, talita 16 mesi
    3. al corso dopo parto, grazie a chiara che già portava il suo bimbo
    4. ho iniziato a portare diamante mari a 40 giorni e talita a 3 giorni
    5. uso fascia lunga, kanga e a volte lenzuola o "attrezzature" d'emergenza!!
    6. porto in casa e fuori. quando le accompagno a scuola, al supermercato per fare la spesa un po' più tranquilla (!), quando ha bisogno di un surplus di mamma, quando siamo in giro ed è stanca e non riesce a prender sonno nel passeggino, quando abbiamo voglia di coccole, quando vogliamo giocare al cavallo, quando devo stendere la lavatrice...ma soprattutto quando ne abbiamo voglia!!
    7. all'inizio facevo fatica a indossare la fascia in giro, ma poi prendendo dimestichezza ho risolto i problemi. ho la grande fortuna di avere due bimbe minutine (per intendersi...la piccola adesso che ha 16 mesi pesa 8.6kg!!) quindi il peso non è mai stato un problema!
    8. ...se ne potrebbero scrivere interi libri!!!
    dal punto di vista pratico: avere due figli e due mani libere...non ha prezzo!!
    dal punto di vista relazionale: il modo migliore per tranquillizzare le mie bambine è sempre stato mettermele addosso: loro si sentono accolte e io mi sento accogliente!!
    9. è più facile cogliere i suoi bisogni e questo avvicina molto mamma e bimbo.
    un bambino in fascia è vicino al cuore di chi gli vuole bene...mi sembra che questo sia tutto!!
    10. ho portato diamante mari fin verso i due anni anni, poi un po' per gioco, un po' davvero è capitato qualche altra volta fino ai tre anni. talita...chi vivrà vedrà!!
    11. ho smesso con diamante mari perchè preferiva camminare e poi era in arrivo la sorellina
    12. uuhhhh....ma non è che lì dentro soffoca??? di sicuro soffrirà un gran caldo. poi crescerà con le gambe storte. ma non è che ti cade??

    però ci sono stati anche...non può esserci posto migliore dove mettere un bimbo! lì sente il profumo di mamma. come le donne africane!! ci starei anch'io!!
    direi che ho trovato più diffidenza da persone fino ai 55-60 anni; tra anziani e giovanissimi invece curiosità mista a tenerezza.
    13. la mamma non è un vizio!!
    14. l'ho consigliato a molte amiche, ho regalato fasce e insegnato le legature principali e chi l'ha provato non l'ha più lasciato!!
    15. sì. io ho seguito un corso quando la prima bimba aveva 3 mesi ma se lo avessi potuto seguire prima avrei potuto portarla in modo più sicuro già dai primi giorni
    16. il modo più bello e naturale per accudire i nostri cuccioli così da cogliere ogni loro bisogno e necessità, anche quelle considerate "superflue" dalla nostra società...

    RispondiElimina
  10. 1. Nome, età, professione
    Alessia, 37, artigiana

    2.Età del bimbo
    7 mesi, 4 anni

    3. Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli?
    Attraverso la partecipazione a forum e mailing list quando la figlia grande (adesso 4 anni era un po’ troppo cresciuta e pesante per essere portata seriamente e lungamente – al massimo con lei utilizzai la fascia ad anelli)

    4. Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo?
    Tobia aveva pochi giorni di vita, la sorella un anno e mezzo


    5. Che supporto utilizzi per portare?
    mei tai
    fascia ad anelli
    fascia elastica

    6. Dove porti tuo figlio (in casa, all’aperto)? E in che circostanze (quando)?
    Dappertutto, sia in casa che all’aperto. In casa quando era più piccolo durante le crisi di coliche, adesso quando ha comunque difficoltà ad addormentarsi o se devo far qualcosa e lui vuol stare in braccio. All’aperto per accompagnare la sorella a scuola, fare commissioni in giro, fare passeggiate

    7. Hai incontrato delle difficoltà nel portare? Se, si quali?
    No, tra l’altro non ho partecipato a corsi o cose così e ho imparato semplicemente con il libretto delle istruzioni della fascia alla mano e video presi nel web. L’unico problema è stato il gran caldo di luglio con la fascia elastica prima di provare il mei tai


    8. Per la tua esperienza, quali vantaggi e benefici sia pratici che relazionali, derivano dalla pratica del portare?

    Esperienza memorabile, con il neonato è un po’ come continuarlo ad avere in pancia, con il bimbo più grandicello è comunque un modo bellissimo per scambiarsi affetto e coccole. A livello pratico a parte avere con sé un bambino molto facilmente gestibile (perché avendo tutto a portata, la tetta della mamma e il suo abbraccio rassicurante, non piange né disturba), concede di andare ovunque senza lo stress di portarsi dietro il passeggino e senza curarsi ad esempio delle condizioni meteorologiche, e nel caso specifico dell’avere anche un figlio più grande permette anche di dedicarsi a lui con meno difficoltà arginando moltissimo le possibili crisi di gelosia da parte sua

    9. Come ti senti quando porti tuo figlio? E come credi si senta il tuo bimbo?
    Stiamo entrambi benissimo


    10. Fino a quando pensi di portare tuo figlio
    Fino a quando ce la farò con il peso, cambiando chiaramente le modalità (ho già iniziato a metterlo alle volte sulla schiena, messo davanti non riesco certo più a portarlo ore - Tobia ha già superato i 9 chili!)

    11. Se hai smesso di portarlo, per quali ragioni?

    --------------------------------------------------------------------------------------------

    12. Come, secondo te, percepiscono “gli altri” questa pratica?
    All’inizio con curiosità, mi sentivo molto osservata (forse anche criticata), nella cerchia ristretta di chi conta per me hanno però capito tutti come la fascia sia un’ottima invenzione
    che abbia facilitato il mio esser mamma e abbia aggiunto un qualcosa in più

    13. Pensi di viziare tuo figlio portandolo?
    Assolutamente no, penso di rassicurarlo e renderlo in questo modo anche più sicuro di sè


    14. Consigleresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi?
    Lo sto già consigliando a tutti

    15. Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza?
    Assolutamente sì ma nella mia zona non ce ne sono

    16. Portare, per te, è……….
    Un reciproco nutrimento di affetto e coccole

    RispondiElimina
  11. 1 Nome , età, professione del genitore
    Fiammetta, 39, trimamma e Spazio Neomamma

    2 età del/dei bambini
    4 e mezzo - 2 anni - 2 anni

    3 se non hai portato, per quali ragioni?
    col mio primo bimbo ho usato il marsupio tradizionale, le braccia e il passeggino. Era un bimbo da mei tai, ma allora non sapevo che esistesse.... Con i gemelli ho usato le braccia, una volta di numero il marsupio tradizionale, un supporto a culla ordinato via internet è ancora nuovo nella scatola non ho mai capito come usarlo (vedi come sono importanti i corsi sul portare?), il mei tai poco perchè già camminavano....
    I primi due/tre mesi i gemelli stavano nella carrozzina singola del mio primo bimbo, poi nel passeggino gemellare a treno. Il più grande camminava vicino a me.

    4 Se avessi conosciuto questo strumento, non solo pratico, ma relazionale, pensi l'avresti utilizzato con tuo figlio?
    Cavoli! Soprattutto la comodità di riuscire ad allattare in modo discreto portandolo! Col marsupio tradizionale non si riesce...

    5 Pensi che portare i bambini, rispondendo ad un loro bisogno di contatto, possa avere risvolti negativi o possa viziare il bambino?
    NO. Anzi, credo che quando si risponda in modo pronto e adeguato alle esigenze dei piccoli, si stia dando loro tanto: amore, sicurezza, stima di sè... E' più facile che questa pronta risposta contribuisca ad aiutarli nella loro crescita.

    6 hai incontrato delle difficoltà nell'utlizzo del passeggino o della carozzina? se sì quali (carattere pratico, di maneggevolezza, libertà di movimento)?
    La loro comodità finisce nel momento in cui il bambino non ci vuole più stare dentro e ti devi fare il pezzo di strada con bambino in braccio e spingendo il passeggino. Per questo motivo portavo sempre dietro con me il marsupio.
    Col passeggino gemellare invece è molto difficile fare tante cose: salire e scendere dal pullman, entrare in certi ascensori, salite o discese ripide (per il peso da spingere o trattenere), strade innevate, sabbiose, con ghiaietta.
    Caricarlo e scaricarlo dalla macchina (il gemellare è molto pesante).

    7 quali sono secondo te i vantaggi nell'utilizzo del passegino o carrozzina, navicella?
    Per l'ovetto, che è obbligatorio in macchina, la possibilità di scegliere di non svegliarlo e di continuare a farlo dormire una volta scesi dalla macchina.
    Per la navicella idem, se è omologata per il fissaggio in auto;
    Il passeggino è comodo per trasportare nel vano sotto la seduta o attaccati ai manici i giochini del parco, la borsa del cambio, la spesa!!!

    8 pensi si possa fare a meno del trio, del passeggiono o della carozzina?
    Penso di sì se si ha un solo figlio piccolo. Se si hanno due o più figli piccoli almeno un passeggino serve, per motivi di sicurezza, nelle passeggiate all'aperto e non si hanno aiuti.

    9 quanto hai speso mediamente per passeggino, cazzorrina, navicella?
    La spesa grossa è stata per l'acquisto del gemellare con ovetti....

    10 ti sarebbe piaciuto o ti piacerebbe partecipare a incontri informativi o corsi relativi al babywearing?
    Come dicevo sarebbe stato molto bello conoscere questa cosa col mio primo bimbo!!!!! Sono molto interessanti e utili...!

    RispondiElimina
  12. 1. Alessandra Pamio , 38, libera professionista
    2. 10 mesi
    3. leggendo libri, per negozi
    4. 1
    5. un marsupio laterale (quinny) anche se voglio passare alla fascia
    6. all' aperto, soprattutto quando dobbiamo fare diverse "tappe" e passeggino e affini sono scomodi
    7. Nessuna difficoltà. Della fascia mi preoccupa l'idea di non essere in grado di indossarla in autonomia
    8. A livello pratico è sicuramente più agevole portare (i passeggini sono molto ingombranti). e anche il contatto con il bimbo è più diretto
    9. Credo che stiamo bene entrambi. sia io che lui abbiamo maggiore libertà di movimento e autonomia
    10. Fino a che non sarà in grado di camminare
    11. Non ho ancora smesso
    12. Fa sorridere
    13. No, per niente
    14. Si
    15. Si
    16. Portare, per te, è un modo per stare vicina al mio bambino anche quando siamo in giro e per convidere con lui le esperienze più da vicino.

    RispondiElimina
  13. 1. Nome , età, professione del genitore
    Glores, 36 anni, curatrice indipendente, mamma di Pietro
    2. Età del bimbo/a/i
    16 mesi
    3. Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli?
    Durante la gravidanza, navigando su internet e leggendo il libro di Esther Weber “Portare i piccoli”
    4. Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo?
    15 giorni
    5. Che supporto utilizzi per portare?
    Ho usato per circa un anno la fascia lunga, poi ho iniziato a usare anche un mei tai.
    6. Dove porti tuo figlio (in casa, all’aperto)? E in che circostanze (quando)?
    Quando era neonato sia in casa che fuori casa, in ogni situazione. Ora prevalentemente fuori casa ed in ogni circostanza, io personalmente non ho mai usato il passeggino, piuttosto preferisco portarlo in braccio.
    7. Hai incontrato delle difficoltà nel portare? Se, si quali?
    Ho iniziato ad incontrare qualche difficoltà quando ho incominciato a portare sulla schiena, perché il bambino non è molto collaborativo.
    8. Per la tua esperienza, quali vantaggi e benefici sia pratici che relazionali, derivano dalla pratica del portare?
    Il mio bambino allattato a richiesta e portato nella fascia da neonato non ha mai pianto con grandissimo stupore e incredulità di parenti e amici. I vantaggi pratici sono innumerevoli poiché si può comodamente avere le due braccia e le mani libere, si può allattare, si può andare in giro a passeggio, si può andare sull’autobus, al ristorante, insomma dovunque. Sento sempre di mamme che limitano molto le uscite soprattutto nei primi mesi perché non sanno come portare il bambino… I benefici di tipo relazionale sono infiniti e meravigliosi. Portare è naturale e se lo si fa intensivamente diventa una pratica normale e irrinunciabile. Il bambino portato è tranquillo, sereno, appagato nel suo primario bisogno di contatto.
    9. Come ti senti quando porti tuo figlio? E come credi si senta il tuo bimbo?
    Quando porto mio figlio di sento orgogliosa di farlo. Mi sento completa, sicura. Sento che sto facendo una cosa giusta per il mio bambino. E credo che lui si senta bene, coinvolto a tutto tondo nella vita perché il suo punto di vista e il mio sono il medesimo, e questa condivisione è fondamentale.
    10. Fino a quando pensi di portare tuo figlio
    Fino a che lui lo vorrà e a che la mia schiena reggerà!
    11. Se hai smesso di portarlo, per quali ragioni?
    12. Come, secondo te, percepiscono “gli altri” questa pratica?
    La reazione della gente è molto variabile. A volte ti guardano con tenerezza, altre volte con disprezzo. In ogni caso portare suscita sempre una reazione nella gente.
    13. Pensi di viziare tuo figlio portandolo?
    No, in nessun modo. Anzi. Penso di aiutare il mio bambino a rafforzare la sua autostima e la sua fiducia verso di me e verso se stesso. Pietro è passato direttamente dalla fascia a camminare. E’ un bambino per nulla pigro, cammina da quando ha 12 mesi e cammina sempre molto volentieri. Quando è stanco mi fa capire che vuole essere portato prendendo la fascia da dentro la borsa oppure allungando le braccia per essere preso in braccio.
    14. Consiglieresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi?
    Lo faccio sempre, instancabilmente. Alle mie amiche incinte regalo sempre una fascia e suggerisco il testo di Esther Weber.
    15. Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza?
    Si
    16. Portare, per te, è naturale, è semplice, è pratico, è veloce, è amore, è i miei occhi nei tuoi occhi, è la sua testolina abbandonata sul mio cuore.

    RispondiElimina
  14. 1)Nome , età, professione del genitore:
    Annamaria, 30 anni, educatrice professionale (ora mamma a tempo pieno)
    2)Età del bimbo/a/i:
    13 mesi
    3)Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli?
    Su internet, girando per forum e siti
    4)Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo?
    1 mese (provai anche appena nata, ma probabilmente io ero troppo tesa e impaurita... e mi ostinavo a proporre la posizione culla, che mia figlia non ha mai amato!!
    5)Che supporto utilizzi per portare?
    Diversi!! Mei tai per le lunghe passeggiate e in casa, fascia ad anelli per le uscite quotidiane, fascia lunga (elastica e non) quand'era più piccola
    6)Dove porti tuo figlio (in casa, all’aperto)? E in che circostanze (quando)?
    In casa e all'aperto! In casa è comodissimo portare quando non camminano ancora, o quando vogliono stare vicini vicini a mamma/papà... Quando usciamo fascia o mei tai vengono sempre con noi, in borsa o già addosso, per fare la spesa, andare dalla nonna, al parco...
    7)Hai incontrato delle difficoltà nel portare? Se, si quali?
    All'inizio sono stata tentata di mollare tutto, pensavo che mia figlia odiasse la fascia, forse troppo stretta per lei... Invece mi sono data del tempo, e provando e riprovando, ce l'abbiamo fatta!
    8)Per la tua esperienza, quali vantaggi e benefici sia pratici che relazionali, derivano dalla pratica del portare?
    Vantaggi pratici: poter continuare a vivere, senza essere relegati in una stanza a fare la guardia al carrozzino, poter andare ovunque, in piena autonomia, senza l'ingombro e il peso del passeggino! Vantaggi relazionali: ho avuto la possibilità, credo, di conoscere e vivere meglio mia figlia, ho potuto darle serenità e conforto, coccolarla, e mentre tutto questo magicamente accadeva, mi sono sentita anche una buona mamma!
    9)Come ti senti quando porti tuo figlio? E come credi si senta il tuo bimbo?
    Mi sento... forte, capace di proteggerla e di "contenerla", mi sento più mamma... Emia figlia sta benone, a suo agio guarda il mondo dall'alto "come i grandi"!
    10)Finchè lo vorrà... Già adesso che ha 13 mesi la porto molto meno, in casa e fuori (adora uscire con le sue gambette)
    11)Ultimamente non posso affaticarmi troppo...
    12)Dalle mie parti, semplicemente "strana" e inutile... perchè stancarsi se esiste il passeggino??
    13)Pensi di viziare tuo figlio portandolo?
    Assolutamente no, anzi!! Mia figlia è socievole e molto indipendente... Però prima di usare la fascia avevo un po' questo timore!
    14)Consigleresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi?
    Eh eh... Certo, già fatto!!
    15)Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza?
    Perchè no??
    16)Portare, per te, è………
    Una delle espressioni più belle dell'amore per mia figlia

    RispondiElimina
  15. Partecipo anch'io! Ti invio le risposte al questionario via mail!

    RispondiElimina
  16. monicaguido@hotmail.com30 novembre 2010 16:24

    1 Monica, 32 anni, insengante scuola superiore
    2 2 giugno 2011
    3 Sì, ho sentito parlare sia delle fasce che del meitai
    4 Pensavo di procurarmi un marsupio coccinella, ma vorrei anche provare la fascia
    5 Assolutamente no. Credo sia molto più naturale che metterlo in un passeggino o in una carrozzina
    6 Me li farò prestare perché magari i nonni non riusciranno a portare il bimbo nel marsupio.
    7 Personalmente no, ma in giro ne vedo tanti
    8 Fasce tante, soprattutto all'estero.
    9 Assolutamente sì. D'altronde non credo che riuscirei a non tenermelo sempre in braccio
    10 Credi che portare possa avere vantaggi anche da un punto di vista pratico?
    11 Mi paicerebbe imparare a usare la fascia o il meitai

    RispondiElimina
  17. 1. Barbara, 30 anni, mammma a tempo pieno
    2. Matteo 2 anni (tra pochissimo ^__^ )
    3. Al corso di fine servizio civile una ragazza che era stata in africa mi ha regalato un telo porta bebè.Faceva l'ostetrica, mi ha guardata e mi ha detto "questo per me è molto importante, conservalo con cura" mi si è aperto il cuore. Mi sono decisa quando ho visto un'amica portare la sua bambina
    4. 4 mesi, prima non mi potevo alzare dal letto
    5. Fascia lunga fino a un anno e mezzo
    mei tai per le lunghe passeggiate
    fascia tubolare (pouch sling)per spostamenti brevi
    6. In casa ormai non molto,preferisce stare in braccio senza fascia; fuori casa ogni volta che ne ha bisogno
    7. Nessuna difficoltà in particolare, più che altro per imparare le legature
    8. Non so se è strettamente legato al portare ma, pur essendo molto legato a me non è morboso e non fa capricci se ci separiamo (nido, nonni ecc)l'inserimento al nido è durato 20 min ed in generale è molto socevole. spesso dalla fascia saluta i passanti. Credo che chi porta abbia una sensibilità particolare all'ascolto ed alla creazione di un dialogo col proprio bambino che si riflette sulla crescita del bambino, ma non è prerogativa esclusiva di chi porta. Quindi oltre ai benefici fisici ci sono soprattutto benefici psicologici ed educativi.
    9. Stiamo bene, siamo felici e ci coccoliamo. Ultimamente però è lui a chiedermi di andare "piedi", a me a volte un pò dispiace ma sono felice che cerchi la sua autonomia
    10. Non ho stabilito un termine, vedremo finchè ce la faccio e finchè vuole
    11. ...
    12. Alcuni con interesse, altri con scetticismo, forse pensano che sia una "trovata da alternativi", altri pensano che sia sbagliato perchè "così lo vizi"
    13. No, assecondare il bisogno di contatto non vuol dire viziarlo
    14. Lo faccio ogni volta che posso e non solo con le amiche (mi è capitato di prestare un mei tai in aereoporto mentre eravamo in fila e la signora è rimasta molto sorpresa dalla comodità per lei e per la piccola che dormiva)
    15. Si, moltissimo. Ma lo seguirei anche adesso, sono affascinata da questa pratica
    16. Un modo speciale di trasmettersi amore e di occuparsi del proprio bambino, un modo per riconoscerlo alla pari e con esigenze personali da tenere in considerazione. Rappresenta la volontà di mettersi in ascolto e di non attribuire al bambino la vocetta alla senti chi parla che dice "mamma li senti i miei capricci...fai questo...fai quello..." ma piuttosto "mamma ho bisogno di..."

    RispondiElimina
  18. non riesco a postarlo qui :( mi dice che è troppo lungo! allora l'ho mandato via mail :)

    RispondiElimina
  19. 1. Silvia Barlozzo, 37 anni, mamma e webmaster
    2. 2 e 4 anni
    3. Ho conosciuta la pratica del portare i piccoli parlando con un'amica durante la prima gravidanza. Mi sono informata poi su internet dove ho anche comprato la prima fascia.
    4. Ettore aveva poche ore quando ho iniziato a portarlo.
    5. Ho utilizzato:
    Fascia lunga
    mei tai
    fascia elastica
    6. Ho portato in tutte le circostanze, dentro e fuori casa, ci abbiamo anche ballato il tango argentino :)
    7. Non ho mai incontrato difficoltà nel portare, si impara velocemente e poi sono solo vantaggi.
    8.I benefici relazionali sono fondamentali: cuore a cuore mamma e bimbo, si guarda il mondo dalla stessa angolazione, si allatta comodamente. Pratici infiniti: si sta sotto un solo ombrello, si può andare a camminare in montagna, posso usare liberamente le mani senza lasciarlo piangere da qualche parte, posso tenere per mano il fratello, ecc
    9. Per me portare con la fascia è il modo più naturale di stare con un bimbo piccolo. i miei bimbi hanno vissuto altrettanto naturalmente questa pratica.
    10. sono i bimbi che decidono quando non vogliono più essere portati, generalmente quando il loro desiderio di esplorare, camminare li porta a volersi gestire più autonomamente
    11. ho smesso di portare quando hanno smesso di volersi far portare. sui 15 mesi
    12. ognuno percepisce questa pratica in base alla propria cultura ed esperienza. ho trovato tutti i tipi di reazioni, avendo portato per oltre 3 anni, con 2 figli vicini d'età: stupore, ammirazione, tenerezza, disappunto.. una signora per strada mi chiese: ma non soffoca??
    13. ho una considerazione molto particolare dei "vizi".. sono scuse che ci diamo per giustificare la nostra mancata capacità di ascolto..
    14. faccio parte di un gruppo di sostegno all'allattamento, e parlo sempre alle donne dei corsi pre-parto del portare con la fascia. non per imporre un mio modo di vedere le cose ma per informarle che esiste questa possibilità e quali benefici comporta. lo consiglio a tutti babbi e mamme.
    15. ho partecipato a un corso sul portare della mia amica Jacqueline di bambigioi.it, dove avevo a suo tempo acquistato la mia prima fascia.
    16. Portare per me è amare, senza se e senza ma :)

    RispondiElimina
  20. avevo scritto tutto ma ha detto che è troppo lungo..

    RispondiElimina
  21. che meraviglia lo faccio subito!! però non riesco ad aprire il questionario che ho scaricato...

    RispondiElimina
  22. Partecipo anche io molto volentieri! grazie per la stupenda opportunita',mando il questionario via mail ;)

    RispondiElimina
  23. Buon giorno io sono un po' indecisa a quale categoria appartengo... spero che facendo un ensamble non vi mando in confusione!?

    1. Greta, 22 anni, impiegata commerciale/mamma/ membro attivo di Vitamina Mamma.
    2.Matilde, 3 anni e in attesa di Sbirulino (DPP 17/02/2011)
    3. Sono venuta a conoscenza della tecnica del portare da amiche di FORUM esperte di fasce ecc...
    4. Ho iniziao a portare Matilde in un marsupio ragalatomi prima della sua nascita e l'abbiamo usato praticamente da subito, ma l'uso della fascia lunga è arrivato relativamente tardi, quando era difficile "imporle" delle posizioni specifiche: aveva ca. 7 mesi.
    5. Fascia lunga
    6. La portavo durante le uscite, la fascia l'abbiamo usata particolarmente nelle passeggiate in montagna!
    7. Un po' di difficoltà ci sono state: io non ho molta forza nella schiena e il non sapere quali fossero le posizioni più corrette, rendeva il tutto più complicato.
    8. Credo che la pratica del portare crei un legame particolare tra genitore/bimbo, che faccia prolungare quella sensazione di benessere e protezione che si erano creati all'interno dell'utero materno e poi vogliamo mettere la comodità e la praticità di gestione di un cucciolo?!
    9. (Qui, a causa della poca "pratica" fatta con Matilde, risponderò da mamma in attesa...) Poter portare il mio secondo bimbo potrebbe significare una mia migliore autonomia nel riuscire a gestire 2 bimbi piccoli e soprattutto poter relazionarmi col mio cucciolo in maniera più dolce, delicata e protettiva.
    10.Spero di poterlo portare il più possibile: fin quando la mia schiena lo reggerà e/o lui lo sopporterà!?
    11. Ho smesso di portare Matilde perchè era divenuta ingestibile come situazione: lei non voleva stare nella fascia ma muoversi liberamente e i suoi lamenti con i suoi movimenti bruschi facevano sì che diventasse davvero pesante.
    12.Qualcuno che guarda le mamme con la fascia, lo fà senz'altro con curiosità: come sempre noi italiani non sappiamo non farci scappare qualche commento dispreggiativo... ma secondo me è anche un modo per mettere al corrente di questa pratica altre donne/mamme.
    13.Non penso che si vada a creare una sorta di circolo vizioso, tutt'altro! E' una comodità per i genitori e una "sistemazione" rilassante per il pupo! E poi, a prescindere da ciò, qualche vizio fà sempre bene, al corpo e all'anima!
    14.Lo consiglierei senza paure alle mamme in attesa, quanto meno consiglierei loro di mettersi a conoscenza di questo metodo "alternativo" sul portare.
    15.Mi sarebbe piaciuto, e mi piacerebbe moooolto, poter partecipare a dei corsi appositi e poter apprendere tecniche e posizioni precise per poter stare bene io e far stare comodo e a proprio agio il mio bambino!
    16. Portare per me è... un modo per poter tenere al sicuro il mio cucciolo, per dimostrargli il mio amore incondizionato, prepararlo ad una visione del mondo "dall'alto" e potergli parlare nell'orecchio anzichè fargli percepire urla e voci da lontano!

    RispondiElimina
  24. 1. Paola, 32 anni, educatrice
    2. 16 mesi e mezzo
    3. Non c'è stata un'occasione particolare: un po' guardandomi in giro mentre ero incinta vedevo alcune mamme con le fasce, un po' quando lavoravo al nido vedevo alcune mamme che usavano la fascia, un po' mi sono informata in internet, un po' quando sono stata in Africa mi avevano affascinato le mamme coi bimbi sulla schiena, un po' il passaparola con le amiche mamme...
    4. Circa 2, quando mia zia mi ha regalato la fascia lunga (su mia richiesta)
    5. Fascia lunga (mammarsupio)
    6. L'ho portato sia in casa sia in giro, al chiuso o all'aperto e praticamente in qualsiasi circostanza. Qualche esempio: in casa quando da piccolo piccolo aveva mal di pancia o era sempre attaccato a me e io non riuscivo a fare niente quindi passavo l'aspirapolvere, stendevo...con lui addosso, nel mio giardino mangiano in piedi un pezzo di focaccia, in giro soprattutto in quelle situazioni in cui il passeggino era scomodo (per fare la spesa e spingere il carrello, quando pioveva, se chiedevo un passaggio ad un'amica e il passeggino non ci stava, a Venezia con l'acqua alta e le passerelle, sulla spiaggia...)
    7. Sì, un po' il peso quando ha iniziato ad essere grandino e quindi un po' di mal di schiena e d'estate un pochino il caldo e il sudore...
    8. I benefici pratici credo di averli già descritti nel punto 6 (è proprio comodo!!), quelli relazionali beh sono insostituibili: vicinanza emotiva (respiro contro respiro, cuore a cuore...), empatia, coccole, rilassamento, calma...
    9. Entrambi bene, rilassati e sereni
    10. Con la fascia l'ho portato fino a 12 mesi circa, poi fino a 14 qualche volta e per brevi spostamenti lo portavo sul fianco con un pareo
    11. Motivo numero uno: peso-mal di schiena. Poi ha iniziato a camminare e a voler esplorare e fare da solo e poi gli piace anche stare nel passeggino
    12. Bah, dipende, alcuni sono affascinati ed entusiasti, altri non ne capiscono il senso, altri ancora lo ritengono un vizio. Una volta una signora in un parco ha fatto un commento a voce alta di questo tipo: " io coi miei li predevo su solo per mangiare, poi ruttino e poi giù subito perché non avevo mica tempo io eh..."
    13. No!
    14. Sì
    15. Sì
    16. Portare, per me, è stare a contatto col mio bimbo, coccolarlo, cullarlo, fargli sapere che ci sono e poi è anche riposare, riuscire a fare le cose che altrimenti da sola non potrei fare, a volta anche mangiare un boccone senza trascurare il mio cucciolo che magari ha bisogno di me, conciliare i nostri bisogni...

    Cra.

    RispondiElimina
  25. 1. Nome , età, professione del genitore
    Glores, 36 anni, curatrice indipendente, mamma di Pietro
    2. Età del bimbo/a/i
    16 mesi
    3. Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli?
    Durante la gravidanza, navigando su internet e leggendo il libro di Esther Weber “Portare i piccoli”
    4. Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo?
    15 giorni
    5. Che supporto utilizzi per portare?
    Ho usato per circa un anno la fascia lunga, poi ho iniziato a usare anche un mei tai.
    6. Dove porti tuo figlio (in casa, all’aperto)? E in che circostanze (quando)?
    Quando era neonato sia in casa che fuori casa, in ogni situazione. Ora prevalentemente fuori casa ed in ogni circostanza, io personalmente non ho mai usato il passeggino, piuttosto preferisco portarlo in braccio.
    7. Hai incontrato delle difficoltà nel portare? Se, si quali?
    Ho iniziato ad incontrare qualche difficoltà quando ho incominciato a portare sulla schiena, perché il bambino non è molto collaborativo.
    8. Per la tua esperienza, quali vantaggi e benefici sia pratici che relazionali, derivano dalla pratica del portare?
    Il mio bambino allattato a richiesta e portato nella fascia da neonato non ha mai pianto con grandissimo stupore e incredulità di parenti e amici. I vantaggi pratici sono innumerevoli poiché si può comodamente avere le due braccia e le mani libere, si può allattare, si può andare in giro a passeggio, si può andare sull’autobus, al ristorante, insomma dovunque. Sento sempre di mamme che limitano molto le uscite soprattutto nei primi mesi perché non sanno come portare il bambino… I benefici di tipo relazionale sono infiniti e meravigliosi. Portare è naturale e se lo si fa intensivamente diventa una pratica normale e irrinunciabile. Il bambino portato è tranquillo, sereno, appagato nel suo primario bisogno di contatto.
    9. Come ti senti quando porti tuo figlio? E come credi si senta il tuo bimbo?
    Quando porto mio figlio di sento orgogliosa di farlo. Mi sento completa, sicura. Sento che sto facendo una cosa giusta per il mio bambino. E credo che lui si senta bene, coinvolto a tutto tondo nella vita perché il suo punto di vista e il mio sono il medesimo, e questa condivisione è fondamentale.
    10. Fino a quando pensi di portare tuo figlio
    Fino a che lui lo vorrà e a che la mia schiena reggerà!
    11. Se hai smesso di portarlo, per quali ragioni?
    12. Come, secondo te, percepiscono “gli altri” questa pratica?
    La reazione della gente è molto variabile. A volte ti guardano con tenerezza, altre volte con disprezzo. In ogni caso portare suscita sempre una reazione nella gente.
    13. Pensi di viziare tuo figlio portandolo?
    No, in nessun modo. Anzi. Penso di aiutare il mio bambino a rafforzare la sua autostima e la sua fiducia verso di me e verso se stesso. Pietro è passato direttamente dalla fascia a camminare. E’ un bambino per nulla pigro, cammina da quando ha 12 mesi e cammina sempre molto volentieri. Quando è stanco mi fa capire che vuole essere portato prendendo la fascia da dentro la borsa oppure allungando le braccia per essere preso in braccio.
    14. Consiglieresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi?
    Lo faccio sempre, instancabilmente. Alle mie amiche incinte regalo sempre una fascia e suggerisco il testo di Esther Weber.
    15. Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza?
    Si
    16. Portare, per te, è naturale, è semplice, è pratico, è veloce, è amore, è i miei occhi nei tuoi occhi, è la sua testolina abbandonata sul mio cuore.

    RispondiElimina
  26. Buon giorno io sono un po' indecisa a quale categoria appartengo... spero che facendo un ensemble non vi mando in confusione!?

    1. Greta, 22 anni, impiegata commerciale/mamma/ membro attivo di Vitamina Mamma.
    2.Matilde, 3 anni e in attesa di Sbirulino (DPP 17/02/2011)
    3. Sono venuta a conoscenza della tecnica del portare da amiche di FORUM esperte di fasce ecc...
    4. Ho iniziao a portare Matilde in un marsupio ragalatomi prima della sua nascita e l'abbiamo usato praticamente da subito, ma l'uso della fascia lunga è arrivato relativamente tardi, quando era difficile "imporle" delle posizioni specifiche: aveva ca. 7 mesi.
    5. Fascia lunga
    6. La portavo durante le uscite, la fascia l'abbiamo usata particolarmente nelle passeggiate in montagna!
    7. Un po' di difficoltà ci sono state: io non ho molta forza nella schiena e il non sapere quali fossero le posizioni più corrette, rendeva il tutto più complicato.
    8. Credo che la pratica del portare crei un legame particolare tra genitore/bimbo, che faccia prolungare quella sensazione di benessere e protezione che si erano creati all'interno dell'utero materno e poi vogliamo mettere la comodità e la praticità di gestione di un cucciolo?!
    9. (Qui, a causa della poca "pratica" fatta con Matilde, risponderò da mamma in attesa...) Poter portare il mio secondo bimbo potrebbe significare una mia migliore autonomia nel riuscire a gestire 2 bimbi piccoli e soprattutto poter relazionarmi col mio cucciolo in maniera più dolce, delicata e protettiva.
    10.Spero di poterlo portare il più possibile: fin quando la mia schiena lo reggerà e/o lui lo sopporterà!?
    11. Ho smesso di portare Matilde perchè era divenuta ingestibile come situazione: lei non voleva stare nella fascia ma muoversi liberamente e i suoi lamenti con i suoi movimenti bruschi facevano sì che diventasse davvero pesante.
    12.Qualcuno che guarda le mamme con la fascia, lo fà senz'altro con curiosità: come sempre noi italiani non sappiamo non farci scappare qualche commento dispreggiativo... ma secondo me è anche un modo per mettere al corrente di questa pratica altre donne/mamme.
    13.Non penso che si vada a creare una sorta di circolo vizioso, tutt'altro! E' una comodità per i genitori e una "sistemazione" rilassante per il pupo! E poi, a prescindere da ciò, qualche vizio fà sempre bene, al corpo e all'anima!
    14.Lo consiglierei senza paure alle mamme in attesa, quanto meno consiglierei loro di mettersi a conoscenza di questo metodo "alternativo" sul portare.
    15.Mi sarebbe piaciuto, e mi piacerebbe moooolto, poter partecipare a dei corsi appositi e poter apprendere tecniche e posizioni precise per poter stare bene io e far stare comodo e a proprio agio il mio bambino!
    16. Portare per me è... un modo per poter tenere al sicuro il mio cucciolo, per dimostrargli il mio amore incondizionato, prepararlo ad una visione del mondo "dall'alto" e potergli parlare nell'orecchio anzichè fargli percepire urla e voci da lontano!

    RispondiElimina
  27. 1Roberta 31 autista

    2.--2 anni e nove mesi
    3.dalla mailing list sull'allattamento
    4.3 mesi-
    5.mei tai
    fascia corta
    6.ora capita che io la porti qualche volta in casa quando sento che ha tanto bisogno di stretto contatto e io sono un po' nervosa per darglielo con un semplice abbraccio, ci vuole qualcosa di più avvolgente, mentre mio marito qualche volta fuori quando facciamo lunghe camminate, quando era più piccola praticamente ovunque-
    7.ho avuto difficoltà a metterla dietro perchè avevo bisogno di vederla, non mi sentivo sicura nel sentirla soltanto, quando ho avuto più fiducia in me stessa non ho smesso di portarla dietro e lei ne è stata felice
    8.pratico è che ho potuto allattarla ovunque senza dovermi trovare un posto per sedermi, con discrezione e facendo ogni tipo di attività, il contatto prolungato ha permesso una reale sintonia tra di noi e anche col suo papà, che ha fatto più fatica di me a farla entrare nel suo spazio, ha trovato un ottimo equilibrio, in più un potere straordinario nel calmarla (dormire no, ma lei non dorme mai) alle volte, dapiù grandina, me la portava lei per infilarcisi dentro
    9.Siamo insieme, siamo una cosa sola, siamo unite e lei si sente ancora parte di me, ha ancora così bisogno di essere con la sua mamma, si sente protetta e pronta per guardare il mondo dall'altro (siamo alti un metro e ottanta)
    10.Matilde ha quasi tre anni, mi sa che siamo agli sgoccioli, ma finchè ne avrà voglia, perchè no?
    12. alle volte mi guardavano incuriositi, si avvicinavano credendo che dormisse e poi si ritiravano perchè in realtà stava poppando, tanti lo trovano scomodo perchè pensano di “portarsi addosso un peso” altri lo trovano “folkloristico” ne ho sentiti di tutti i colori
    13.assolutamente no
    14.certo, ma con molto timore, perchè tutto ciò che è fuori “dai canoni” non sempre è visto bene quindi diende da chi ho davanti
    15.
    sì, sarebbe stato bello, anche perchè da incinta le cercavo e nella mia città non c'era un negozio che le vendesse e su internet non le volevo comprare perchè pensavo fosse poi complicato indossarle senza aiuto

    16.Portare, per te, è……….naturale
    Data, 02/12/2010

    RispondiElimina
  28. 1 Carla, 34 anni, impiegata
    2 un bimbo di 2 anni e uno/a in arrivo per febbraio
    3 ho portato il bimbo ma nel marsupio, niente fascia nè mei tai
    4 ai tempi non conoscevo il mei tai. La fascia ad anelli l'ho provata ma non sono mai riuscita ad indossarla, la fascia lunga invece mi sembrava scomoda
    5 assolutamente niente vizi nel portare, noi usavamo il marsupio ed erano coccole specialissime per noi
    6 il passeggino a Milano è impossibile, non si passa da nessuna parte...meglio altri strumenti
    7 il vantaggio è nel fatto che non hai il peso del bimbo (che dopo un po' di mesi si fa sentire...almeno nel marsupio)
    8 del trio sì, ma del passeggino non penso
    9 sui 500€ (regalo dei nonni)
    10 mi sarebbe piaciuto e conto di partecipare per il secondo bimbo

    RispondiElimina
  29. Eccola! E naturalmente se vinco uno dei premi lo regalo ad una cara amica neomamma!

    1. Gloria, 32, libera professionista
    2. Quasi 4 e quasi 2 anni
    3. Dal blog di una mamma
    4. 3 settimane la seconda bimba, 2 anni la prima
    5. Fascia lunga
    mei tai
    6. in casa (fino ai 6 mesi) e poi all'aperto.
    7. No, nessuna
    8. I vantaggi sono sia nella praticità e comodità (non devi trascinare il passeggino) che nel calmare i piccoli un po' agitati...
    9. Io mi sento comoda e a mio agio, e mia figlia prima si rilassava tanto, adesso a 2 anni si diverte!
    10. Fino a che riesco, con la seconda questa estate (a 3 anni e mezzo) abbiamo ancora fatto belle passeggiate in fascia... ma quando nn è stanca cammina!!
    11. Non ho smesso ancora
    12. Come una cosa strana, e spesso morbosa. La domanda più frequente è "Ma non sta scomoda?" seguita dal "Ma perché non usa il passeggino?" e "Ma così lo vizi!"
    13. Assolutamente no
    14. Sì l'ho consigliato e sono stata ringraziata da diverse mamme!
    15. Moltissimo
    16. Portare per me è un'abitudine che si dovrebbe riscoprire il più possibile, in primo luogo per la sua praticità!

    RispondiElimina
  30. 1 - Annamaria, 35, Operatrice per l'integrazione culturale
    2 - 4 gennaio 2011
    3 - si, perchè tutte le signore africane che ho conosciuto nel mio lavoro portano i loro bimbi
    4 - si, perchè ho notato la serenità dei bimbi portati
    5 - no, penso che possa avere solo risvolti positivi
    6 - penso di acquistarli comunque ... non si sa mai! non voglio spendere molto
    7 - si, le mamme beneficiarie del progetto in cui lavoro (progetto di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati )
    8 - oltre alle mamme di cui sopra, no
    9 - sì, penso che si crea un legame speciale tra mamma e bambino
    10 - sì, in quanto si hanno le mani libere e si possono svolgere tranquillamente le normali attività
    11 - sì, mi piacerebbe

    RispondiElimina
  31. Avrei preferito rispondere al questionario senza intasare i commenti, ma la mia versione di word non mi consente di aprire il file...

    Io ho portato il primo bimbo e voglio portare il secondo che (se tutto va bene) dovrebbe nascere verso metà aprile 2011, quindi che faccio? Rispondo a due questionari? Massì...

    Per il primo bimbo
    1. Claudia, 31 anni, impiegata fulltime
    2. bimbo 3 anni e mezzo
    3. ho conosciuto la pratica del portare girovagando in rete tra siti, forum e blog che parlano di maternità
    4. ho iniziato a portare a 2 mesi col marsupio, 6 mesi con la fascia (non so se interessa solo il portare con fascia e meitai o se anche il "normalissimo" marsupio è contemplato, nel dubbio metto entrambe le date)
    5. ho usato la fascia lunga
    6. con la fascia l'ho portato in casa ogni volta che mi sembrava volesse essere portato, soprattutto per fare faccende e per calmarlo quando stava male
    col marsupio invece l'ho portato fuori, per le passeggiate al parco o per fare la spesa
    7. l'unica difficoltà è stata il peso del bambino, che è sempre stato grandino per la sua età, cosa che non è andata troppo d'accordo con la mia scoliosi, purtroppo.
    e poi le opinioni dissacranti delle persone che mi circondano, primi tra tutti il marito ed i suoceri.
    8. indubbi vantaggi: il bambino è sempre stato calmo e sicuro finchè l'ho portato ed io ero sicuramente molto più comoda nel fare le mie faccende (dal pulire casa al fare la spesa, cose che non avrei assolutamente potuto fare col bambino nella culla che piangeva fino a farsi venire il vomito)
    9. io mi sento tranquilla perchè lui è calmo e ce l'ho sempre sotto controllo, lui mi è sembrato sereno ed appagato
    10. l'ho portato fino a quando lui ha voluto e la mia schiena ha retto
    11. verso l'anno non ha voluto più stare legato perchè preferiva camminare ed esplorare in libertà
    ha voluto essere rimesso in fascia verso i 2 anni e mezzo perchè stava male, ma io non riuscivo più a reggere i suoi 20kg per tanto tempo
    12. gli altri la percepiscono come vizio
    alcuni addirittura come perversione materna
    (e me l'hanno detto a chiare parole, quindi non è frutto di una mai cattiva interpretazione)
    13. assolutamente no, penso anzi di rispondere ad un suo naturale e fondamentale bisogno
    14. se l'amica fosse di mentalità aperta lo consiglierei sicuramente
    se invece fosse di mentalità un po' chiusa valuterei bene come e se poterglielo proporre
    15. forse sì, anche se c'erano già così tante cose da fare che il tempo è sempre stato limitato ed in rete si trovano così tante informazioni da non farmi sentire la necessità stretta di un corso apposito
    16. portare per me è comunicare a mio figlio il mio amore e la mia disponibilità per farlo crescere più sicuro di sè.


    Per il piccolo in arrivo
    1 Claudia, 31 anni, impiegata fulltime
    2 14 aprile 2011
    3 sì, l'ho conosciuta tramite siti/forum/blog sulla gravidanza e genitorialità ed ho portato il primo figlio, anche se per poco tempo
    4 sì
    5 no, assolutamente, ed il mio primo figlio me lo conferma
    6 farne proprio a meno no, la mia schiena non reggerebbe. penso di fare un uso misto come ho fatto col primo figlio. la spesa dovrebbe essere pari a zero perchè penso di recuperare carrozzina e passeggino da parenti e riutilizzare il passeggino leggero del primo figlio (pagato sui 100 euro se non ricordo male, ma sono passati diversi anni e la memoria è quella che è).
    7 solo in rete
    8 ho visto una mamma con la fascia al centro commerciale sabato scorso
    9 sì, ritengo fondamentale il contatto madre/figlio soprattutto nei primi mesi
    10 sì, avere le mani libere col bimbo in braccio è sicuramente un vantaggio pratico
    11 sì, se avessi tempo. ma siccome di tempo non ne ho molto mi limito ad informarmi il più possibile in rete

    RispondiElimina
  32. Buon compleanno al tuo blog! utilissimo per noi mammine!!!
    1. Nome , età, professione del genitore: Donatella 31 impiegata
    2. Età del bimbo/a/i: 2 anni e 5 mesi , 5 mesi
    3. Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli?: vedevo all'estero portare i bambini con la fascia ad anelli, poi quando ho avuto la mia bimba una mia amica me ne ha prestata una
    4. Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo?margherita 3 mesi, daniele, 4 giorni!
    5. Che supporto utilizzi per portare?
    Fascia ad anelli
    fascia tubolare (pouch sling)
    6. Dove porti tuo figlio (in casa, all’aperto)? E in che circostanze (quando)?ovunque e sempre, in casa e fuori, praticamente non uso il passeggino
    7. Hai incontrato delle difficoltà nel portare? Se, si quali? no nessuna
    8. Per la tua esperienza, quali vantaggi e benefici sia pratici che relazionali, derivano dalla pratica del portare? avendo una bimba piccola non ne posso proprio fare a meno, per me è vitale. sinceramente non so come faciano le altre mamme
    9. Come ti senti quando porti tuo figlio? E come credi si senta il tuo bimbo? mi sento piena! non so spiegare meglio e lui sta bene lì dentro.... quando vede che indosso la fascia ride perchè capisce che sto per prenderlo....
    10. Fino a quando pensi di portare tuo figlio: ogni tanto metto la grande dentro la fascia, lei ha 2 anni e 5 mesi
    11. Se hai smesso di portarlo, per quali ragioni?
    12. Come, secondo te, percepiscono “gli altri” questa pratica?io sono del sud... non è facile da capire qui, pensano che il bambino stia scomodo
    13. Pensi di viziare tuo figlio portandolo? assolutamente no, nonostante stia molto nella fascia, si addormenta da solo nel lettino
    14. Consigleresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi? lo faccio sempre
    15. Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza? si!!!
    16. Portare, per te, è………. FONDAMENTALE oltre al rapporto che si crea fra mamme e bimbo, io non potrei andare avanti senza
    grazie e buon lavoro!

    RispondiElimina
  33. Ciao!
    1. Ester Ferrino, 29, casalinga
    2. 4 e mezzo, tre abbondanti, 11 mesi
    3. Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli? Per caso, cercavo un qualcosa che mi permettesse di tenere in braccio il secondo e al contempo di occuparmi della prima.
    4. Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo? Il secondo aveva circa 10 mesi, il terzo da subito!
    5. Che supporto utilizzi per portare?
    Ho iniziato con una ring sling autoprodotta, poi un mei tai per tutte le passeggiate lunghe. Con il terzo ho iniziato con una fascia elastica, ora alterno fascia lunga normale, un mei tai autoprodotto e quando non ho nulla la mia sciarpa...
    6. Dove porti tuo figlio (in casa, all’aperto)?
    ovunque
    E in che circostanze (quando)?
    passeggiate, momenti difficili per lui, spesa, quando ha bisogno di mamma...
    7. Hai incontrato delle difficoltà nel portare? Se, si quali?
    Un pochino tecniche, per le legature dei vari supporti, per fortuna ho un'amica super esperta!
    Poi ogni tanto qualche commento ma quelli non mi hanno mai sconvolto più di tanto!
    8. Per la tua esperienza, quali vantaggi e benefici sia pratici che relazionali, derivano dalla pratica del portare?
    Pratici, bè sicuramente posso uscire con tutti e tre tenendo i due più grandi per mano invece di farli attare al passeggino, al supermenrcato non devo più scegliere tra carrello o passeggino, quando piove non devo destreggiarmi tra ombrellopassegginocopripasseggino, in montagna e in generale per le passeggiate...bè non c'è paragone!
    Relazionali, il mi secondo ha molto bisogno di affetto e mi ha semplificato tutto poterlo tenere "in braccio" anche mentre svolgevo i miei lavori, lo rendeva tranquillo. Per il piccolo è una situazione particolare perchè è nato con una piccola malformazione cerebrale che rende il suo sviluppo più lento e la fascia mi ha permesso di dargli tutto il contenimento di cui tutt'ora in certi momenti ha bisogno, con l'approvazione della fisioterapista che è molto attenta alle posture assunte dal bimbo! La fascia lo rassicura anche quando siamo in giro per visite (molto stressanti per lui)e lo aiuta a contrastare la sua ipotonia, mantiene la colonna dritta come non riuscivo nel passeggino...e poi è speciale! quella vicinanza, quella dolcezza che ti da...
    9. Come ti senti quando porti tuo figlio? E come credi si senta il tuo bimbo?
    Io tranquilla e lui anche!
    10. Fino a quando pensi di portare tuo figlio
    Fino a quando lui lo vorrà (peso permettendo ma per ora è magro!) con il secondo l'ultima volta è stato a 26 mesi, incinta di 6, perchè stava male!
    11. Se hai smesso di portarlo, per quali ragioni?
    12. Come, secondo te, percepiscono “gli altri” questa pratica?
    I miei vicini ormai si sono abituati:)le persone giovani guardano al portare con interesse, le più vecchie o anche solo mature lo ritengono un ritorno al passato, una regressione insomma, alcuni però ritengono questa regressione un bene! Un classico: ma non lo vizi? la risposta: Signora ne ho tre, so bene quali sono i vizi che mi va di dare e quali no!
    13. Pensi di viziare tuo figlio portandolo?
    no
    14. Consigleresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi?
    Sì, assolutamente
    15. Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza?
    Molto, l'ho pure proposto ma niente...
    16. Portare, per te, è……….
    amore, mamma, coccole, unione, bisogno e soddisfazione. E molto di più

    RispondiElimina
  34. 1. ALESSANDRA, 41 ANNI, INSEGNANTE
    2. ARI 15 MESI
    3. NAVIGANDO IN RETE, ATTRAVERSO I BLOG DI ALTRE MAMME CHE PORTANO
    4. APPENA MI SONO RIPRESA DAL CESAREO, QUINDI POCHE SETTIMANE
    5. Fascia lunga E mei tai
    fascia corta
    6. OVUNQUE
    7. NESSUNA
    8. QUANDO IL BIMBO ERA PICCOLO ERA COME AVERLO ANCORA NEL PANCIONE, POI CRESCENDO POTEVA VEDERE E FARE ESPERIENZA DI QUELLO CHE FACEVO E QUESTO GLI PIACEVA MOLTO
    9. STIAMO BENISSIMO ENTRAMBI
    10. SPORADICAMENTE LO PORTO ANCORA, MA LUI PESA 12 KG E IO NE PESO 51 KG è DIVENTATO UN PO' DIFFICILE
    11. RISPOSTO SOPRA
    12. è UNA COSA CHE NON MI SONO MAI CHIESTA, MA DI SOLITO VEDO DEI BEI SORRISI SUI VISI DI CHI MI INCONTRA
    13. ASSOLUTAMENTE NO
    14. ASSOLUTAMENTE SI
    15. ASSOLUTAMENTE SI
    16. LA COSA PIù BELLA E NATURALE DEL MONDO

    RispondiElimina
  35. 1. Nome , età, professione del genitore
    Roberta, 29 mamma
    2. Età del bimbo/a/i
    Matteo 3 anni, Noemi 5 mesi
    3. Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli?
    In rete, fb, blog
    4. Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo?
    Noemi a un mese e mezzo, Matteo per gioco a 3 anni(pesantissimo)
    5. Che supporto utilizzi per portare?
    mei tai
    6. Dove porti tuo figlio (in casa, all’aperto)? E in che circostanze (quando)?
    All' aperto sempre, quando usciamo, nn abbiamo il passeggino. Sia per le castagnate, che per i giri in città o per andare all' asilo. In casa ho cominciato a portare da pochi giorni, da quando sono riuscita a mettere la bimba sulla schiena.
    7. Hai incontrato delle difficoltà nel portare? Se, si quali?
    all' inizio non mi sentivo sicura, avevo sempre paura che cadesse
    8. Per la tua esperienza, quali vantaggi e benefici sia pratici che relazionali, derivano dalla pratica del portare?
    Posso avere sempre le mani libere, posso tenere per mano Matteo per strada, o fare la spesa senzatenere sempre sott' occhio il carrello con l' ovetto, visto che la bambina ce l' ho appiccicata. Sembra sempre attenta a quello che succede, scopre tutto con gli occhioni sgranati. Adesso nn me la sentirei di tornare al passeggino, mi sembrerebbe di toglierle qualcosa.
    9. Come ti senti quando porti tuo figlio? E come credi si senta il tuo bimbo?
    rilassata, lei anche
    10. Fino a quando pensi di portare tuo figlio
    fino a che ne avrà bisogno, o finchè mi tiene la schiena
    11. Se hai smesso di portarlo, per quali ragioni?
    12. Come, secondo te, percepiscono “gli altri” questa pratica?
    Mi guardano con curiosità, sicuramente pensano che sono strana. Mi hanno detto che vizio la bambina, ma tanti mi hanno anche fermata per chiedermi informazioni.
    13. Pensi di viziare tuo figlio portandolo?
    no
    14. Consigleresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi?
    si già fatto
    15. Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza?
    si, durante la prima gravidanza
    16. Portare, per te, è……….un modo per sbaciucchiami la pupa intanto che cammino, è un modo per farle vedere il mondo come lo vedo io, è un modo per coccolarla e farle sentire che ci sono sempre

    RispondiElimina
  36. 1. Nome , età, professione del genitore
    Tiziana, 36 anni, mamma a tempo pieno

    2. Età del bimbo/a/i
    Tabita 9, Luca 7 e Febe 1 anno

    3. Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli?
    Avevo visto le fasce al corso di massaggio infantile dell'ASL, 9 anni fa, ma non avevo approfondito. All'epoca avevo usato il marsupio. Poi mi sono incuriosita durante l'ultima gravidanza, quando ho letto qualcosa in merito cercando in internet un passeggino!

    4. Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo?
    Un mese.

    5. Che supporto utilizzi per portare?
    Principalmente il mei tai, occasionalmente la fascia lunga e la fascia ad anelli.

    6. Dove porti tuo figlio (in casa, all’aperto)? E in che circostanze (quando)?
    Ovunque. Ogni volta che esco (mi muovo quasi sempre a piedi) e spesso in casa, quando la piccola vuole stare con me... cioè quasi sempre!

    7. Hai incontrato delle difficoltà nel portare? Se, si quali?
    All'inizio più che difficoltà avevo dubbi... non avevo mai visto un bambino portato (marsupi esclusi) e non ero certa di aver sistemato correttamente la fascia.

    8. Per la tua esperienza, quali vantaggi e benefici sia pratici che relazionali, derivano dalla pratica del portare?
    Il vantaggio principale per me è stata l'indipendenza: potermi muovere per andare a prendere i bambini grandi a scuola indipendentemente dal tempo e senza dover chiamare ogni volta i nonni... col passeggino è difficle muoversi se piove o se c'è troppo freddo. Poi poter fare tutti i lavori di casa, non affaticare la schiena e le braccia... Da un punto di vista relazionale quello che mi piace di più è di permettere a mia figlia di entrare in contatto con gli altri: i bambini nei passeggini sono un po' isolati, mia figlia, invece, gode delle attenzioni di tutti quelli che incontriamo! Nel rapporto tra me e lei il vantaggio è scontato...

    9. Come ti senti quando porti tuo figlio? E come credi si senta il tuo bimbo?
    Io mi sento benissimo, libera, tranquilla, sicura... da quando la porto sulla schiena a volte ho il dubbio che ci sia ancora... se ne sta così tranquilla che è quasi come non averla!

    10. Fino a quando pensi di portare tuo figlio
    Finché me lo chiederà.

    11. Se hai smesso di portarlo, per quali ragioni?
    12. Come, secondo te, percepiscono “gli altri” questa pratica?
    La maggior parte delle persone ha una reazione positiva, spesso incuriosita. Mi piace perché sono rarissime le critiche che ricevo, molti di più i complimenti! Spero che sia di incentivo per altre mamme.

    13. Pensi di viziare tuo figlio portandolo?
    Assolutamente no. Ho notato che se per qualche giorno non la porto mi cerca molto di più... sembra che da portata faccia un pieno di mamma che la rende autonoma per periodi più lunghi.

    14. Consigleresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi?
    Certo che sì. Generalmente ne parlo, ma soprattutto penso sia il fatto di "dare l'esempio" quello che invoglia maggiormente.

    15. Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza?
    Sì, ma ancora di più mi sarebbe piaciuto che un'amica me ne avesse parlato e mi avesse insegnato... sarebbe stata una cosa meno professionale, ma più vicina (a mio parere) alla cultura del portare.

    16. Portare, per te, è……….
    Naturale

    RispondiElimina
  37. 1.Tiziana, 36 anni, mamma a tempo pieno

    2.Tabita 9, Luca 7 e Febe 1 anno

    3.Avevo visto le fasce al corso di massaggio infantile 9 anni fa, ma non avevo approfondito. All'epoca avevo usato il marsupio. Poi mi sono incuriosita durante l'ultima gravidanza, quando ho letto qualcosa in merito cercando in internet un passeggino!

    4. Febe aveva un mese.

    5.Principalmente uso il mei tai, occasionalmente la fascia lunga e la fascia ad anelli.

    6. Porto ovunque. Ogni volta che esco (mi muovo quasi sempre a piedi) e spesso in casa, quando la piccola vuole stare con me... cioè quasi sempre!

    7. All'inizio più che difficoltà avevo dubbi... non avevo mai visto un bambino portato (marsupi esclusi) e non ero certa di aver sistemato correttamente la fascia.

    8. Il vantaggio principale per me è stata l'indipendenza: potermi muovere per andare a prendere i bambini grandi a scuola indipendentemente dal tempo e senza dover chiamare ogni volta i nonni... col passeggino è difficle muoversi se piove o se c'è troppo freddo. Poi poter fare tutti i lavori di casa, non affaticare la schiena e le braccia... Da un punto di vista relazionale quello che mi piace di più è di permettere a mia figlia di entrare in contatto con gli altri: i bambini nei passeggini sono un po' isolati, mia figlia, invece, gode delle attenzioni di tutti quelli che incontriamo! Nel rapporto tra me e lei il vantaggio è scontato...

    9. Io mi sento benissimo, libera, tranquilla, sicura... da quando la porto sulla schiena a volte ho il dubbio che ci sia ancora... se ne sta così tranquilla che è quasi come non averla!

    10.Finché me lo chiederà.

    12. La maggior parte delle persone ha una reazione positiva, spesso incuriosita. Mi piace perché sono rarissime le critiche che ricevo, molti di più i complimenti! Spero che sia di incentivo per altre mamme.

    13. Assolutamente no. Ho notato che se per qualche giorno non la porto mi cerca molto di più... sembra che da portata faccia un pieno di mamma che la rende autonoma per periodi più lunghi.

    14. Certo che sì. Generalmente ne parlo, ma soprattutto penso sia il fatto di "dare l'esempio" quello che invoglia maggiormente.

    15. Sì, ma ancora di più mi sarebbe piaciuto che un'amica me ne avesse parlato e mi avesse insegnato... sarebbe stata una cosa meno professionale, ma più vicina (a mio parere) alla cultura del portare.

    16. Portare, per te, è……….
    Naturale

    RispondiElimina
  38. 1. Marisa, 26anni, estetista.
    2. Le mie bimbe hanno 6 mesi.
    3. Leggendo il libro 'Bebè a costo zero' e andando ad un incontro informativo.
    4. Ho iniziato a mettele in fascia appena tornate a casa dall'ospedale, a volte anche insieme.
    5. Fascia lunga in jersy
    6. Utilizzo molto la fascia per farle addormentare in casa oppure mentre sbrigo faccende domestiche e fuori, quando vado al parco, al mercato o a fare la spesa, ovunque si può dire....(a si, anche quando devo raggiungere qualche ufficio in ascensore dove non entra il passeggino)
    7. Non ho trovato nessuna difficoltà.
    8. Ricrea la sensazione magica di quando stavano nel nostro grambo, ascoltando il nostro battito cardiaco, il nostro profumo, il nostro calore. Sono sicura che crei un legame ancora più forte tra mamma e figlio come anche tra papà e figlio e nello stesso momento loro possano interagire meglio con noi e con il mondo esterno affrontando le novità sempre 'al nostro fianco' (letteralmente parlano) con la sicurezza che noi gli trasmettiamo.
    9. Come mi sento?????!!!!!!! Divinamente bene, qualsiasi problema o preoccupazione svanisce e le mie tate ora quando vedono la fascia sorridono, non vedono l'ora di entrarci!
    10. Fin quando la schiena me lo permetterà, spero più a lungo possibile.
    11. Non ho smesso.
    12. Spesso mi guardano con stupore perchè purtroppo non sono in molti a farlo, ma devo dire la verità, diverse persone mi chiedono informazioni.
    13. Assolutamente non penso di viziarle.
    14. Si, Si e ancora Si; ne sto per regalare 2 alle mie amiche.
    15. Certo, l'ho fatto quando ero in dolce attesa, mentre le piccole scalciavano.....avevano già capito si trattasse di una cosa super :-)
    16. E' un momento magico per noi e per il bambino, lui si sente avvolto in questo caldo nido d'amore e io provo una sensazione indescrivibile...mi scoppia il cuore dalla felicità, credo che in quel momento abbia milioni di endorfine in circolo e nonostante loro siano già vicinissime a me, le abbraccio e bacio fino a consumarle...alle mie coccolone piace moltissimo.
    Dimenticavo: la fascia mi è utilissima anche per allattare!
    Cosa aggiungere....farei mille volte ancora questa scelta!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  39. 1. Irene, 30 anni, designer
    2. 9 mesi
    3. Girando su internet appena saputo di essere incinta.
    4. La prima volta nella fascia è stato per uscire dal reparto maternità... :-)
    5. Fascia lunga
    6. Nella fascia ovunque. Si va dal giro all'aria aperta al parco, oppure la spesa al supermercato, oppure mentre si passa l'aspirapolvere o si stende il bucato.
    7. Non son mai riuscita ad allattare Fabio direttamente nella fascia, è una cosa che mi riprometto di imparare per il futuro. Ma la vera difficoltà, la più grande, è stato lo scetticismo dei parenti (nonne & co.). Son dovuti passare mesi e abbiamo dovuto perseverare a lungo, prima di arrivare a sentir dire la nonna: "Avevate ragione! Se tornassi indietro ve lo consiglierei io per prima!"
    8. Fabio non ha mai amato la carrozzina, urlava come un matto probabilmente sentendosi abbandonato... nella fascia è sempre stato sereno, facendo anche delle gran dormite nei primi mesi! Inoltre ho sperimentato che portare nella fascia è molto più pratico che non nel passeggino: spesso strade, marciapiedi e scale sono dei veri ostacoli!Con la fascia hai le mani libere e puoi andare ovunque. E poi, adesso che è più grande, in questo modo Fabio "partecipa" alle attività di famiglia. Fabio è sempre stato molto curioso e nella fascia può guardarsi in giro e osservare quello che fanno mamma e papà.
    9. Mi sento tranquilla, e soprattutto felice! Sono certa che anche lui lo sia, da come mi guarda ed è contento. Eppoi, è un'occasione in più per coccolarsi a vicenda!
    10. Fino a quando lo vorrà.
    12. Gli sguardi che ti arrivano stanno a metà tra il divertito, il perplesso e l'accigliato. Ho incontrato molte persone che, incuriosite, mi hanno domandato come mi trovassi a portare, rivelando che loro non si sono mai azzardate a farlo per paura di non essere capaci o perchè nessuno gli ha mai spiegato come farlo.
    13. Assolutamente no!
    14. Si, e in effetti è quello che sto facendo con tutte le amiche, in attesa e non ;-)
    15. Si, mi sarebbe piaciuto avere uno scambio con mamme portatrici, anche per imparare dal vivo. Però devo dire che in internet c'è un sacco di materiale, e con un po' di pratica e di "istinto" diventa facilissimo.
    16. Portare per me (e anche per il papà) è un regalo bellissimo che ci facciamo a vicenda, è condividere, è partecipare, è volersi bene, è vivere la vita quotidiana. è la cosa più naturale del mondo!

    RispondiElimina
  40. Ciao, partecipo anch'io.. il questionario te l'ho spedito, ma devo postarlo anche nei commenti?

    RispondiElimina
  41. 1. Sofia, 29, per adesso mamma a tempo pieno :)
    2. 6 mesi
    3. vedendo altre persone che si portavano i bimbi adosso approfondendo poi l'argomento su internet.
    4. dalla nascita
    5. al inizio marsupio, adesso fascia elastica
    6. sia dentro nella quotidianità (quando lavo, cucino etc) che fuori a passeggio.
    7. il marsupio che utilizzavo al inizio e diventato scomodo dopo circa due mesi (troppo pesante nelle spalle)e ho deciso di provare la fascia elastica dopo aver letto in diversi forum che tante altre mamme si trovavano meglio con la fascia e che il peso si distribuiva meglio. Nel periodo estivo però, stando al sud, a volte c'era troppo caldo per la fascia.
    8. Mio figlio sembra più tranquillo e sereno rispetto a tanti altri bimbi che magari vengono costantemente piazzati nei passeggini o nei box. Riesce a dormire serenamente e piange o si lamenta raramente...solo quando ha troppo sonno, fame pazzesca o male al pancino. Non ha bisogno di catturare la mia attenzione piangendo perche sono sempre lì.
    9. Adoro stare a contatto con lui e non devo sentire che lo trascuro perche posso fare tutto quello che voglio insieme a lui. Penso che lui si sente sicuro, protetto e contento di poter esplorare il mondo insieme alla sua mamma dato che è molto curioso.
    10. Finchè lui vorrà essere portato
    11. -
    12. Capita che ricevo domande da persone curiose del tipo: la fascia e più comodà rispetto al marsupio? è proprio addatta per portare bimbi? come si lega? l'hai fatta tu? Poi ovviamente come per ogni altra cosa "nuova" tante persone ancora non capiscono il perchè noi "mamme canguro" scegliamo di portarci sempre adosso i nostri piccolini. Mi capita che estrani mi fermano per strada e mi chiedono se il bambino respira, se non sente caldo/freddo, se non sta scomodo, se non avrà effetti negativi sullo sviluppo della schiena etc. Poi ci sono ovviamente le "mamme esperte": nonne, zie e suocere che invece ti dicono che "il bambino si abituerà alle braccia" "diventerà un mammone" " non fa bene ne a te ne a lui stare sempre impiciccati" quando invece le ricerche sostegono che i bimbi portati in fascia invece diventano più indipendenti e più sicuri di loro stessi. Manca forse un po' d'informazione sull'argomento
    13. Assolutamente no! Non si può mai dare troppo amore o troppe coccole!!!
    14. Lo faccio già
    15. Tantissimo! Anche se ho imparato benissimo come usarla direttamente in negozio al momento dell'acquisto mi sarebbe piaciuto saperne di più da persone con esperienza personale e magari vedere diversi tipi di fasce a confronto. Sarebbe sicuramente anche stato una buona occasione per conoscere altre mamme con idèe simili.
    16. Portare per me è amore, sicurezza, armonia. Vivere con naturalezza il mio ruolo di mamma.

    RispondiElimina
  42. 1. Sara, 34 anni, operatrice didattica museale e lettrice professionista per bambini
    2. Viola, 15 mesi
    3. Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli? leggendo in internet
    4. Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo? Circa 1 mese
    5. Che supporto utilizzi per portare? Fascia lunga,mei tai e marsupio
    6. Dove porti tuo figlio (in casa, all’aperto)? E in che circostanze (quando)? La porto in casa, all'aperto, solitamente per farla addormentare (ora che è più grande)o a passeggio quando è stanca
    7. Hai incontrato delle difficoltà nel portare? Se, si quali? Ora solo fisiche, dovute al peso crescente della bimba
    8. Per la tua esperienza, quali vantaggi e benefici sia pratici che relazionali, derivano dalla pratica del portare? Sicuramente benefici dal punto di vista affettivo, e poi un vantaggio pratico in quanto è molto comodo averla addosso e poter camminare ovunque senza ingombri
    9. Come ti senti quando porti tuo figlio? E come credi si senta il tuo bimbo? Io mi sento realizzata! E penso lei si senta al sicuro e amata
    10. Fino a quando pensi di portare tuo figlio? Finché lei vorrà
    11. Se hai smesso di portarlo, per quali ragioni?
    12. Come, secondo te, percepiscono “gli altri” questa pratica? Un po' bizzarra
    13. Pensi di viziare tuo figlio portandolo? No, anche se all'inizio molti cercavano di farmelo credere
    14. Consigleresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi? Assolutamente sì, e infatti l'ho consigliato!!
    15. Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza? Sì davvero, sarebbe stato utile avere qualche consiglio in più prima di iniziare
    16. Portare, per te, è……… avere un rapporto speciale con mio figlio.

    Grazie per questa opportunità! E complimenti per il tuo blog...

    RispondiElimina
  43. 1. Ilary fossati, 24 anni, casalinga
    2.MIchele 7 mesi
    3. per caso facendo la spesa il mio ragazzo ha visto una mamma che portava con una fascia lunga e dal momento che avevamo già intenzione di acquistare un marsupio.. abbiamo preso la palla al balzo, e fatto uno degli acquisti migliori!!
    anzi direi proprio: L'ACQUISTO MIGLIORE!!
    4.ho iniziato a portare appena usciti dall'ospedale a 5 giorni
    5.porto ancora con una fascia lunga elastica. anche se ora vorrei provare con una lunga rigida o con una sling.
    6.porto quando esaco, ancora non ho mai usato ilpasseggino, in casa quando vuole lui o quando è stanco, agitato, malato, porto per farlo addormentare e per farlo dormire.
    7.qualche difficoltà all'inizio per il peso, ma ormai il mio corpo si è adattato e il peso quasi non lo sento più (8kg..); un'altra difficoltà qualche volta con i commenti degli altri..lo vizi, è scomodo, non te lo scolli più... etc. etc.
    8.i vantaggi del portare sono innumerevoli: comodità, intesa, comunicazione, intimità, calore, affetto. portare semplifica il compito del genitore e fà felice il bambino.
    9.io mi seno a mio agio in armonia e in accordo con il mio bimbo. mi sento più competente dei suoi bisogni e maggiormrnete in grado di soddisfarli. lui è più calmo, tutti dicono "un bravo bambino". secondo me poi si sente benissimo.. ho provato ad immedesimarmi in lui: allora attaccata al corpo della mia grande mamma. sostenuta. avvolta. dondolata. scaldata dal calore naturale e amorevole del suo corpo. con il suono del suo cuore... una pacchia!!
    10.spero di portarlo fin quando lui ne avrà bisogno e lo desidererà
    11.non ho smesso.
    12.inizialmente gli altri facevano un sacco di commenti anche sullo stile educativo, ora sento quasi solo commenti tipo "che belli" (finalmente anche la mamma inclusa nei complimenti..) "che comodo" o domande in merito alla pratica del portare. i miei familiari e gli amici che mi circondano si sono ormai abituati e lo vedano come una cosa normale
    13.non penso di viziarlo. vizio per come comunemente si intende questo termine. penso di soddisfare i suoi bisogni. anche se naturalmente un bambino portato per tutti e sette i mesi della sua vita, nonaccetterà di smettere improvvisamente!!
    non è un vizio ma un modo di relazionarsi.
    14.consiglierei a tutti questa pratica.
    15e si avrei partecipato volentieri ad un corso per portare
    16. portare per me è amare incondizionatamente!

    grazie!!

    RispondiElimina
  44. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  45. 1. Chiara,39 anni, bibliotecaria universitaria
    2. 6 figli, portati in fascia solo gli ultimi due purtroppo di 2 anni e mezzo e quasi 3 mesi
    3. Mia cognata mi ha prestato la sua tricot slen quando aspettavo il 5 figlio.
    4. Ho iniziato a portare il mio 5 cucciolo più o meno quando aveva 20 giorni. Il sesto è uscito dall'ospedale nella facsia.
    5. Ho una tricot slena (fascia lunga elastica e qualche giorno fa mi è arrivato un mei tai regalo di battesimo ma non l'ho ancra sperimentato come si deve...
    6. Porto mio figlio un po' dovunque... in casa, quando è un po' nervoso ma io ho bisogno le mani libere per fare altro (cioè praticamente sempre...). Porto fuori all'aperto, quando dobbiamo accompagnare i fratelli di qua e di là... Adesso non usciamo moltissimo, ma a settembre, quando era appena nato, andavamo tutti fuori a giocare è il piccolo tommi passava i pomeriggi nella fascia in posizione culla e ronfava er ore sotto lo sguardo ccurioso delle comari nei dintorni (Non soffoca? Respira?)
    MIchele, che ora ha superato i due anni e preferisce di gran lunga camminare è stato portato in montagna, al mare, sulla schiena del papà, sul fianco della mamma ai fornelli, nelle feste di compleanno, alle cene di natale, sui traghetti che ci hanno portato in grecia, alle riunioni di classe dei fratelli, insomma un po' dovunque.
    7. Io non ho mai avuto alcuna difficoltà a portare e ho sperimentato un po' tutte le legature.
    8. Sicuramente per la mamma c'è il grosso vantaggio di avere un pupo tranquillo e mani libere e niente ingombri di carrozzine da caricare e scaricare (io uso spesso la macchina nei miei spostamenti). Per il bimbo il beneficio è quello di stare a contatto con la mamma e di vedere tutto il mondo dalla sua stessa angolazione con la possibilità di partecipare direttamente.
    9. Io mi sento molto orgogliosa di portare... mi piace quando la gente si ferma, guarda e fa osservazioni tipo 'Ma non soffoca?' e poi si deve ricredere e convenire che il bimbo non solo è comodo, ma pure felice!
    Devo dire che dove vado io solitamente non c'è nessuno che porta, però molti si sono incuriositi e alcune memmma dopo aver chiesto delucidazioni si sono entusiasmate e fatte regalare la fascia... anche se poi magari restano molto legate al classico passeggino / carrozzina... Come si sente il bimbo? Tranquillo, protetto, felice, sereno.
    10. Michele l'ho portato fino a quando non ho scoperto di essere incinta, cioè fino a 18 mesi, poi però qualche volta ancora l'ha portato il papà sulla schiena. Tommaso seguirà le orme del fratello e sarà portato finchè vorrà...
    12. Come ho già detto, moltissimo sono quantomeno incuriositi, qualcuno fa qualche velata critica 'Poverino, ma non ce l'ha una carrozzina?', ma i più dicono frasi tipo 'E' tranquillo perchè si ricorda di quandp era nella pancia della mamma...' oppure 'guarda coe dorme beato vicino al cuore della mamma'. le mamme poi magari s'informano... 'Dove l'hai presa? Fa male alla schiena? e cose così...
    13. Assolutamente no, non penso di viziarlo.
    14. Assolutamente sì, lo consiglierei e l'ho anche fatto!
    15. Sì, mi sarebbe piaciuto. In realtà ad un corso sono stata, ma quando michele aveva già 5 mesi...
    16. Portare, per te, è fare tutto, ma proprio tutto con il mio bambino, in totale libertà e serenità

    RispondiElimina
  46. 1)alessandra, 33 anni titolare pizzeria
    2) 4 figli portato in fascia solo l'ultimo
    3) due mie amiche del forum lo hanno tanto publiccizato quando mi lamentavo che avevo il bimbo sempre in braccio e non riuscivo a fare nient'altro
    4) tre mesi
    5)mei tai
    6)all’aperto perchè il mio bimbo odia il passeggino
    7) solo inizialmente finche non ho capito bene il funzionamento ma poi è filato tutto liscio, e nel periodo estivo per via del caldo
    8) mani libere, niente ingombro, nessun passeggino da caricare e la possibilità di correre dietro agli altri pupi
    9. una sensazione di contatto bellissima, avvolte il pupo vorrebbe scendere per sperimentare
    10. fino a marzo aprile
    11. no
    12. avvolte mi guardano male, ma quella è tutta ignoranza
    13. per niente
    14. già consigliato
    15. era un pò difficile vista la mia situazione comunque si
    16. contatto, serenità, liberta, tranquillitò e possibilità di fare

    RispondiElimina
  47. 1. Cinzia, 35, impiegata
    2. 10 mesi
    3. Ho letto qualche articolo e visto qualche video della fascia lunga in internet in gravidanza e mi ha subito incuriosito
    4. Un paio di mesi
    5. fino a circa 5 mesi Fascia lunga, poi fascia tubolare (fatta in casa seguendo i video di mamma canguro:-)!) e ring sling
    6. Porto mio figlio in casa quando vuole stare in braccio e devo fare le cose, fuori quando devo fare commissioni o semplicemente quando usciamo a fare un giretto e voglio sentirlo vicino
    7. All’inizio un pochino si’, ero impacciata su come mettere la fascia…
    8. In casa puoi fare le cose avendo le mani libere e nel frattempo avere il bimbo vicino; lui è piu’ sereno e tranquillo perché sente che la sua mamma e’ vicina. In giro, soprattutto se c’è tanta gente intorno, lui si sente piu’ protetto (e anche io sto meglio sapendolo vicino vicino a me)
    9. Mi sento bene e serena perché lo sento vicino; lui è sereno sentendo la vicinanza della sua mamma
    10. Finchè il suo peso lo permetterà…essendo cmq un “peso piuma” credo ancora MOLTO a lungo…
    12. Mi è capitato di essere guardata come un extraterrestre….ho ricevuto commenti negativi da parte dei nonni (“gli dai i vizi a tenerlo sempre così”, “ma non hai paura che ti cada?”). Il commento piu’ bello l’ha fatto un commesso di un negozio al mare: “che bello quell’affare, sembrate un tutt’uno lei e suo figlio”…è proprio questa la sensazione + bella quando porti!
    13. Assolutamente no
    14. Si, c’ho anche provato ma ho trovato scetticismo…
    15. Si, magari lo faro’ per una futura gravidanza, mi piacerebbe provare il mei tai
    16. Provare la bellissima sensazione di averlo sempre vicino

    RispondiElimina
  48. 1. Nome , età, professione del genitore
    Chiara 32 anni educatrice di asilo nido

    2. Età del bimbo/a/i
    16 mesi

    3. Come hai conosciuto la pratica del portare i piccoli?
    Al corso pre-parto (che mi ha insegnato davvero molto, ringrazio tantissimo Angela l’ostertrica che lo ha tenuto)

    4. Quanti mesi aveva il tuo bimbo quando hai iniziato a portarlo?
    Circa 2 settimane di vita (prima eravamo in ospedale perché era prematuro)

    5. Che supporto utilizzi per portare?
    mei tai

    6. Dove porti tuo figlio (in casa, all’aperto)? E in che circostanze (quando)?
    Soprattutto in giro, ma in caso di necessità anche in casa quando ho bisogno di mani libere e lui ha bisogno di mamma. L’ho portato ovunque sempre in mei tai fino a quando ha iniziato a camminare, da allora un po in braccio un po a piedi, ma se piove non ne posso fare a meno

    7. Hai incontrato delle difficoltà nel portare? Se, si quali?
    No, solo troppi pregiudizi altrui.

    8. Per la tua esperienza, quali vantaggi e benefici sia pratici che relazionali, derivano dalla pratica del portare?
    Molti: pratici nel fatto di avere sempre il bimbo sott’occhio e comunque le mani libere, è grazie al mei tai se abbiamo potuto girare con i mezzi fin da subito senza inutili ingombri. Relazionali senza paragoni: mio figlio ha avuto tutto il contatto di cui aveva bisogno e sono sicura che è grazie a questo che ora è un bimbo tranquillo, sempre sorridente, socievole, amico di tutti, qua in paese tutti lo conoscono e lui ha un sorriso per ciascuno

    9. Come ti senti quando porti tuo figlio? E come credi si senta il tuo bimbo?
    Io mi sento serena e lui lo sento altrettanto sereno e tranquillo

    10. Fino a quando pensi di portare tuo figlio
    Ora lo porto molto meno, ma in caso di necessità lo faccio ancora e non mi pongo limiti temporali

    11. Se hai smesso di portarlo, per quali ragioni?
    In parte sì, perché lui voleva camminare anche in giro ed io ho solo assecondato la sua voglia di fare

    12. Come, secondo te, percepiscono “gli altri” questa pratica?
    Strana sicuramente, certa gente la apprezzava quando lui era più piccolo, ora sono tutti molto più critici.

    13. Pensi di viziare tuo figlio portandolo?
    Non me lo sono mai chiesto, ma ponendomi la domanda ora la riposta è no

    14. Consigleresti ad un’amica in attesa di un bimbo di sperimentare questo modo di relazionarsi?
    L’ho già fatto, ma non ha apprezzato l’invito

    15. Ti sarebbe piaciuto partecipare ad un corso sul portare durante la gravidanza?


    16. Portare, per te, è……….
    Naturale, come ogni cosa che si fa seguendo il proprio istinto di genitore quando ci si trova il proprio cucciolo tra le braccia.

    RispondiElimina
  49. partecipo molto volentieri e condivido sul blog (anche se ormai siam agli sgoccioli)

    http://mammasuperabile.blogspot.com/p/giveaway-dicembre-2010.html

    1. Mammasuperattiva, 27 anni, dipendente pubblica
    2. 5 mesi
    3. navigando durante la gravidanza
    4. appena tornati dall’ospedale
    5. utilizzo il mei tai
    6. porto mio figlio in casa facendo le faccende, mentre faccio la spesa e durante le nostre lunghe passeggiate
    7. non ho incontrato delle difficoltà nel portare
    8. il bambino è più tranquillo e si addormenta facilmente
    9. l’esperienza mi dice che ci sentiamo entrambi rispettati nelle nostre esigenze e quindi felici
    10. penso di portarlo finché la mia schiena lo permetterà o finché non vorrà camminare da solo
    12. gli altri percepiscono il portare o con molto entusiasmo o con decisa diffidenza, ma daltronde cosa, nella vita di neomamma, non è sottoposto a giudizi di valore? (allattamento, cosleeping, metodo estevill, ognuno dice la sua!)
    13. non penso di viziare mio figlio, i neonati non si possono viziare
    14. pubblicizzo più che posso con tutte le amiche in attesa
    15. purtroppo non ho potuto partecipare a corsi sul portare perchè ignoro ce ne siano nella mia zona
    16. Portare, per me, è la cosa più naturale e rispettosa per il nostro rapporto madre-figlio

    RispondiElimina